ASPAwards, la fotografia di strada torna protagonista: la vita in uno scatto

Con un occhio di riguardo al tema delle migrazioni, al via la seconda edizione del Festival Internazionale della Fotografia di Strada e d’Autore ASPAwards di Alghero. Colonna portante del festival è sempre il concorso internazionale, aperto a tutti

La realtà al primo posto, sempre e comunque. Non c'è una vera e propria definizione di "street photography" ma ci sono dei caratteri e delle condizioni che non possono mancare in nessun caso quando se ne parla. Innanzitutto la spontaneità, ma anche la capacità del fotografo di cogliere l'attimo e improvvisare. La Street Photography prende piede anche in Italia. Al via la seconda edizione del Festival Internazionale della Fotografia di Strada e d’Autore ASPAwards - Alghero Street Photography Awards, che diffonderà e promuoverà nel mondo le opere realizzate da autori professionisti e nuovi talenti della fotografia. Promosso e organizzato dall'associazione culturale Officine di Idee, ASPA dopo il successo dell'edizione 2018 alla strada ritorna, vivendola non solo come pratica fotografica ma anche come attitudine mentale, come percorsi che si intrecciano, vite che si incontrano, esperienze che si raccontano.

La partecipazione al contest è aperta a tutti. Colonna portante del festival è infatti il concorso internazionale che si propone non solo come occasione di “sana competizione” ma soprattutto come opportunità di riflessione, osservazione di una realtà che muta velocemente, contatto con un mondo complesso. Open call dal 1 novembre 2018 al 15 gennaio 2019 (le foto possono essere caricate sul sito www.aspawards.com).

Un grande tema: le migrazioni

Tre le categorie principali "Fotografia di Viaggio", "Fotografia Documentaria" e "Fotografia di strada", a cui si aggiungono la categoria "Fotografia di ricerca" e "Insula/Insulae" (tema speciale che dovrà essere sviluppato interamente nel territorio della Sardegna). ASPAwards si caratterizza da subito per una grande possibilità espressiva, una eterogeneità che dà libero accesso a diverse tipologie di linguaggio, differenti sguardi sul mondo. A queste si aggiunge il "Premio Blow-Up". Non una categoria vera e propria, ma un percorso a latere, il "Premio" è un riconoscimento speciale che indica il passo e la visione di ASPA, ne rivela il mood e la poetica e viene conferito a lavori che, fra tutti i progetti presentati in tutte le categorie, si distinguono per un'audace lettura di argomenti rilevanti nel quotidiano, ardimento giornalistico, coraggio di indagine, maturità espressiva e una particolare attinenza al tema dell'edizione che, in questo secondo anno, si concentra sulle migrazioni.

La giuria

Tutti i partecipanti sottoporranno i loro lavori alla valutazione di una giuria prestigiosa, composta da fotografi, creativi, curatori e critici di fama internazionale. Valerio Bispuri, fotoreporter professionista con all'attivo collaborazioni con numerose riviste italiane e straniere, reportage in Africa, Asia, Medio Oriente e America Latina; Simone Sbaraglia, fotografo naturalista, Fuji Ambassador X- Photographer, ha pubblicato svariati libri fotografici che raccontano le storie del Pianeta Terra e i suoi reportage sono stati pubblicati dalle più importanti riviste di natura; Siegfried Hansen, membro del noto collettivo di fotografia di strada iN-PUBLiC, crea "street photography" il cui punto principale non è il corpo o le facce, ma le connessioni grafiche e le relazioni formali; Viviana Gravano ha pubblicato numerose riviste fotografiche, è curatrice di Arte Contemporanea e Professoressa di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Accademia delle Belle Arti di Bologna, socia fondatrice del collettivo curatoriale Routes Agency; Salvatore Ligios, presidente dell’Associazione culturale Su Palatu_Fotografia, ha aperto e poi diretto lo spazio di Su Palatu ’e Sas Iscolas, con parsonali e partecipazioni a festival in Italia, Ungheria, Portogallo e Grecia; Sonia Borsato, storica e critica d'arte, curatrice, attualmente docente di Storia dell'Arte Contemporanea presso l'Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” di Sassari, già direttrice a Sa Domo, lo spazio per l'arte contemporanea di Villanova Monteleone, è il direttore artistico ASPA; Ivo Serafino Fenu insegna Storia dell’Arte presso il Liceo Artistico “Carlo Contini” di Oristano, collabora con diversi quotidiani e riviste occupandosi di arte e beni culturali ed è stato caporedattore della rivista Ziqqurat, arte contemporanea e cultura in Sardegna e nel Mediterraneo; Ezio Ferreriopera nell'ambito della fotografia per la comunicazione visiva, insegna Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Sassari, dirige la Galleria X3 di fotografia contemporanea di Palermo, ha partecipato a numerose mostre collettive in Italia e all’estero e pubblicato diversi libri di fotografia.

Festival ad Alghero nel 2019

Il festival ASPA avrà da cornice la splendida città di Alghero e si aprirà venerdì 26 aprile 2019 con una serata di premiazione presso il Teatro Civico. Proseguirà con un calendario pensato per accontentare un pubblico eterogeneo, alternando momenti di formazione per professionisti ma anche per un pubblico molto più giovane, incontri di riflessione, mostre e installazioni urbane. Per l'ASPAuthor 2019 previsto il premio in denaro di 1000,00 euro. Ai migliori autori nelle diverse categorie 500,00 euro. Previsti il Premio Giovani (serie e singola), il Premio Blow-Up con un soggiorno gratuito in una Capitale europea e le menzioni d'onore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • In arrivo 55mila lettere dall'Agenzia delle Entrate

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Rompe il finestrino per rubare: nell'auto trova un vero tesoro

  • Concorsi, arriva la “raffica” di bandi: 2.600 nuove assunzioni 

Torna su
Today è in caricamento