Coronavirus, il bollettino di oggi: 70 i morti, 593 i nuovi casi di cui 382 in Lombardia

Nuovi casi, decessi e terapie intensive: la situazione epidemiologica in Italia nei dati della Protezione Civile aggiornati oggi giovedì 28 maggio 2020

Dalle ore 18:00 il consueto punto sull'epidemia di coronavirus in Italia con i dati del bollettino della protezione civile

L'epidemia di coronavirus in Italia: alle 18:00 il bollettino della Protezione Civile di oggi giovedì 28 maggio 2020. Da giorni si assiste ad un appiattimento della curva epidemiologica e molti reparti di terapia intesiva dedicati ai pazienti covid hanno potuto chiudere. La scorsa settimana sono stati registrati 632 casi in media al giorno rispetto agli 849 al giorno delle settimana precedente. I prossimi giorni saranno particolarmente importanti in virtù della scelta che competerà al governo il prossimo 29 maggio, ovvero la riapertura (o meno) dei confini regionali. Ieri l'ultimo bollettino ha evidenziato una recrudescenza dei contagi, soprattutto in Lombardia. Oggi la bella notizia riguarda i ricoverati in terapia intensiva che scendono sotto quota 500 per la prima volta dal 6 marzo scorso. 

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 28 maggio 2020

  • Attualmente positivi: 47.986
  • Deceduti: 33.142 (+70, +0,2%)
  • Dimessi/Guariti: 150.604 (+3.503, +2,4%)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 489 (-16, -3,2%)
  • Tamponi: 3.683.144 (+75.893)
  • Totale casi: 231.732 (+593, +0,3%)

Il numero totale di attualmente positivi è di 47.986, con una decrescita di 2.980 assistiti rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi, 489 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 16 pazienti rispetto a ieri. 7.379 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 350 pazienti rispetto a ieri. 40.118 persone, pari all’84% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono 70 e portano il totale a 33.142. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 150.604, con un incremento di 3.503 persone rispetto a ieri.

Il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 231.732, con un incremento rispetto a ieri di 593 nuovi casi. Le regioni con la crescita percentuale dei casi più alta rispetto a ieri sono Lombardia, Lazio e Emilia-Romagna. Brescia, Milano e Bergamo le province che nelle ultime 24 ore hanno registrano il numero maggiore di nuovi casi da coronavirus.

Contagio coronavirus provincia per provincia 28 maggio 2020 (Pdf)

  • Lombardia: 88.183 casi totali (22.913 attualmente positivi, +382)
  • Piemonte: 30.445 (6.072, +58)
  • Emilia-Romagna: 27.701 (3.750, +74)
  • Veneto: 19.125 (2.025, +12)
  • Toscana: 10.086 (1.380, +4)
  • Liguria: 9.605 (1.145, +16)
  • Lazio: 7.693 (3.405, +21)
  • Marche: 6.719 (1.346, +1)
  • Campania: 4.777 (1.012, +4)
  • Puglia: 4.481 (1.395, +2)
  • P.A. Trento: 4.425 (458, +3)
  • Sicilia: 3.438 (1.145, +3)
  • Friuli Venezia Giulia: 3.262 (336, +7)
  • Abruzzo: 3.237 (824, +2)
  • P.A. Bolzano: 2.595 (157, +2)
  • Umbria: 1.431 (33, +0)
  • Sardegna: 1.355 (200, +0)
  • Valle d'Aosta: 1.182 (23, +1)
  • Calabria: 1.158 (170, +0)
  • Molise: 435 (163, +1)
  • Basilicata: 399 (34, +0)

bollettino coronavirus 28 maggio 2020-2

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 22.913 in Lombardia, 6.072 in Piemonte, 3.750 in Emilia-Romagna, 2.025 in Veneto, 1.380 in Toscana, 1.145 in Liguria, 3.405 nel Lazio, 1.346 nelle Marche, 1.012 in Campania, 1.395 in Puglia, 458 nella Provincia autonoma di Trento, 1.145 in Sicilia, 336 in Friuli Venezia Giulia, 824 in Abruzzo, 157 nella Provincia autonoma di Bolzano, 33 in Umbria, 200 in Sardegna, 23 in Valle d’Aosta, 170 in Calabria, 163 in Molise e 34 in Basilicata.

++ Articolo in aggiornamento dalle ore 18:00, clicca qui per aggiornare la pagina ++

Coronavirus, i dati regione per regione

In Lombardia si registrano 382 nuovi casi di positività al Covid 19 a fronte di 15.507 tamponi, con un tasso del 2,5%. Attualmente il totale dei positivi a oggi in regione è a 22.913, con un totale ufficiale di casi riscontrati di 88.183. Sono inoltre 20 i nuovi decessi, che portano il totale a 15.974. Per quanto riguarda i ricoveri, scende di due unità il numero delle terapie intensive, a 173, mentre cala di 156 quello dei degenti non in intensiva, ora io totale è a 3.470. I guariti-dimessi salgono a 49.296. Brescia, Milano e Bergamo: è questa la classifica delle province che nelle ultime 24 ore hanno registrano il numero maggiore di nuovi casi da coronavirus. In particolare la provincia di Brescia sale complessivamente a 14.612 contagi (+90), segue la provincia di Milano con 22.908 (+76) di cui 9.718 (+39) nella sola città, mentre nell'area di Bergamo i casi sono 13.244 (+69), Como 3.823 (+31), Cremona 6.429 (+13), Lecco 2.729 (+5), Lodi 3.447 (+13), Mantova 3.330 (+2), Monza 5.480 (+14), Pavia 5.261 (+9), Sondrio 1.454 (+23), Varese 3.549 (+12).

In Emilia Romagna si registrano 11 decessi e 74 nuovi casi di contagio, di cui il 77% sono stati "trovati" tra asintomatici. Di questi nuovi casi, 17 derivano dal percorso attivo dall'inizio dall'emergenza, con verifiche su persone sintomatiche; 57 nuovi casi derivano invece dall'attività di screening su persone asintomatiche fatta da tamponi e test sierologici. A Bologna sono stati trovati e isolati 22 nuovi casi positivi al Coronavirus (tra i 29 totali di oggi della provincia) in una comunità di persone senza fissa dimora.

In Piemonte 58 invece i nuovi casi di contagio registrati in regione mentre sono 10 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati nel pomeriggio dall'Unità di Crisi della Regione. Salgono a 17.072 (+593 rispetto a ieri) le persone risultate negative ai due test di verifica al termine della malattia. I ricoverati in terapia intensiva sono 64 (-4 rispetto a ieri), i ricoverati non in terapia intensiva sono 1058(-60 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 4.950. I tamponi diagnostici finora processati sono 304.358, di cui 168.670 risultati negativi.

Salgono i casi registrati dalla Regione Lazio: 21 i nuovi casi positivi. I decessi sono stati 7 mentre continuano a crescere i guariti che sono arrivati a 3.580 totali, numero che supera quello degli attualmente positivi. Undici i nuovi casi a Roma città: la Asl Roma 1 osserva infatti 6 nuovi casi positivi, la Asl Roma 2 ha 4 nuovi casi e la Asl Roma 3 ha 1 caso. Nessuno caso per la Asl Roma 4 mentre la Asl Roma 5 registra 3 nuovi casi positivi. La Asl Roma 6 infine ha 2 nuovi casi positivi. Deceduto un uomo di 64 anni. Nel resto del Lazio son 5 i nuovi casi, quattro a Latina e uno a Viterbo. 

In Liguria si registrano 7 nuove vittime mentre sono 16 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore. Al momento in tutto il territorio regionale sono 211, invece, le persone ricoverate in ospedale, 8 meno di ieri, di cui 13 in terapia intensiva, mentre sono 2217 i pazienti clinicamente guariti ma ancora positivi, 19 più di ieri e 4798 quelli guariti con due testi consecutivi negativi, 114 più di ieri. Sono 1105, infine, le persone sottoposte a sorveglianza attiva nelle quattro province liguri.

In Veneto salgono a 14 i nuovi casi positivi mentre purtroppo si registrano 3 morti. Aumentano i pazienti dimessi (3336, +18), mentre calano le persone in isolamento (2142, -103), mentre i ricoverati sono scesi 426, e in terapia intensiva vi sono 34 persone (-2).

In Puglia fa notizia il caso di un 13enne risultato positivo al coronavirus dopo essere arrivato in ospedale a Taranto per essere sottoposto ad intervento chirurgico per una ferita lacero-contusa da vetro su di un gomito con lesioni tendinee, causata da una caduta. Come da prassi prima di ogni intervento chirurgico di qualsiasi tipo, è stato effettuato un tampone nasofaringeo al fine di rilevare l'eventuale presenza del Covid-19. Il primo tampone, effettuato nel pomeriggio del 26 maggio, ha dato esito indeterminato o incerto. Il secondo tampone, effettuato successivamente, è risultato positivo, rilevando la presenza di residui del virus. In totale in regione si registrano 5 nuovi positivi su 2447 test: 2447. Ieri i nuovi positivi erano stati 10 (tutti in provincia di Foggia per un focolaio che sta interessando in particolare il centro di Torremaggiore) su 2626 tamponi. Oggi i cinque nuovi contagi riguardano 1 la provincia di Brindisi, 1 la provincia di Foggia , 1 la provincia di Taranto e 2 la provincia di Lecce. Di nuovo senza casi Bari e Bat. Complessivamente sono decedute 496 persone: l'unico decesso registrato ieri è avvenuto in provincia di Brindisi. Sono 2.590 i pazienti guariti (+ 119 rispetto a ieri) e 1.395 i casi attualmente positivi (-118). Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 4.481 così divisi: 1472 nella provincia di Bari (1 caso eliminato da database); 381 nella provincia di Bat (2 casi eliminati da database); 652 nella provincia di Brindisi; 1153 nella provincia di Foggia; 513 nella provincia di Lecce; 281 nella provincia di Taranto; 28 attribuiti a residenti fuori regione; 1 per il quale è in corso l'attribuzione della relativa provincia. 

Con nuovi 4 casi di infezione da coronavirus in Campania risultano positive 4.777 persone mentre si registrano 4 decessi per Covid-19. Continuano a crescere, invece, i guariti: ad oggi 3.355 (+134), di cui 3.249 totalmente guariti e 106 clinicamente guariti. L'Unità di crisi della Regione Campania ha comunicato che, in provincia di Napoli i contagiati salgono a 2.601 (+4), di cui 988 a Napoli città (+2) e 1.613 (+2) in provincia. Nel casertano restano invariati i casi (456), così come in provincia di Avellino (543); mentre in provincia di Benevento sono 205 (+1); in provincia di Salerno 684 (+2). 

In Friuli Venezia Giulia risultate positive al virus 3.262 persone, 7 più di ieri. Gli attualmente positivi sono 391, 21 in meno rispetto alla giornata di ieri: la terapia intensiva registra il ricovero di un paziente per accertamenti diagnostici, mentre i ricoverati in altri reparti rimangono 51. Oggi si registrano 2 nuovi decessi (333 in totale). I totalmente guariti invece ammontano a 2.538 (26 più di ieri), i clinicamente guariti a 55 e le persone in isolamento domiciliare sono 284. 

In Toscana segnalati 4 nuovi casi di positività al coronavirus, mentre si registrano purtroppo 2 nuovi decessi: 1 uomo e 1 donna, con un'età media di 74,5 anni. I guariti raggiungono quota 7.677 (il 76,1% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 1.380, -5,5% rispetto a ieri. Nel dettaglo sono 3.457 i casi complessivi a oggi a Firenze (1 in più rispetto a ieri), 564 a Prato, 674 a Pistoia (1 in più), 1.046 a Massa Carrara (1 in più), 1.361 a Lucca, 891 a Pisa (1 in più), 554 a Livorno, 676 ad Arezzo, 438 a Siena, 425 a Grosseto. Sono 2 in più, quindi, i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 2 nella Nord Ovest, 0 nella Sud est.

In Abruzzo sono stati registrati 4 nuovi casi su un totale di 1521 tamponi analizzati. Due le persone deceduto, un 94enne di Spoltore e una 90enne di Palombaro. 2011 dimessi/guariti (+42 rispetto a ieri, di cui 191 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 1820 che hanno cioè risolto i sintomi dell'infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 824, con una diminuzione di 42 unità rispetto a ieri. 128 pazienti (-10 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva (10 in provincia dell'Aquila, 58 in provincia di Chieti, 50 in provincia di Pescara e 10 in provincia di Teramo), 3 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva (0 in provincia dell'Aquila, 0 in provincia di Chieti, 1 in provincia di Pescara e 2 in provincia di Teramo), mentre gli altri 693 (-32 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl (15 in provincia dell'Aquila, 138 in provincia di Chieti, 470 in provincia di Pescara e 70 in provincia di Teramo).

Un nuovo caso di contagio è stato segnalato in Valle D'Aosta. I casi positivi attuali sono 66 di cui 16 in ospedale e 50 in isolamento domiciliare. 973 guariti, uno in più rispetto a ieri.

Nessun nuovo caso in rilevato in Basilicata su un totale di 608 tamponi, tutti con esito negativo, di cui 40 riferiti alla mappatura del Comune di Grassano (già zona rossa). In base ai dati della task force sanitaria lucana, i casi attualmente positivi scendono a 32 (-2) mentre sono 27 le persone decedute e 338 (+2) i guariti. I ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera scendono a 6 (-1) e nessuno è in terapia intensiva. I lucani in isolamento domiciliare sono 26 (-1) a cui si aggiungono altri sei isolamenti domiciliari in Basilicata di cui due lucani, con tampone positivo effettuato in altra regione, e quattro residenti in Piemonte (1) o in Lombardia (3). 

In Sicilia boom di guariti e nessun decesso per coronavirus. Tre le persone registrate tra i nuovi contagiati, mentre attualmente sono ancora contagiate 1.145 (-173), 2.021 sono guarite (+176) e 272 decedute (0). Degli attuali 1.145 positivi, 80 pazienti (-3) sono ricoverati - di cui 8 in terapia intensiva (-2) - mentre 1.065 (-170) sono in isolamento domiciliare. 

Nessun nuovo caso neppure in Calabria dove i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 25 in reparto; 1 in rianimazione; 4 in isolamento domiciliare; 154 guariti; 33 deceduti. Cosenza: 2 in reparto; 99 in isolamento domiciliare; 333 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria: 3 in reparto; 25 in isolamento domiciliare; 229 guariti; 18 deceduti. Crotone: 1 in reparto; 5 in isolamento domiciliare; 105 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia: 5 in isolamento domiciliare; 71 guariti; 5 deceduti".  

++ Articolo in aggiornamento dalle ore 18:00, clicca qui per aggiornare la pagina ++ 

Coronavirus, le ultime notizie

curva coronavirus-5-19

"Né ottimismo, né pessimismo". Un invito al realismo arriva dal biologo Bucci per farci trovare pronti a una possibile seconda ondata di Covid-19 in Italia. Lo scienziato, ricercatore in Biochimica e Biologia molecolare e professore alla Temple University di Philadelphia, invita a imparare da chi il riaffacciarsi di Sars-CoV-2 lo sta sperimentando come la Corea del Sud

Picco di contagi in Corea del Sud: Seul torna in lockdown 

"Grazie alla nota politica delle 3T, testare, tracciare e trattare, in Corea si intercetta probabilmente quasi ogni nuovo caso. E così si è potuto verificare che il virus può benissimo ricomparire e riprendere intensità, sotto forma di nuovi, improvvisi focolai locali", sottolinea il biologo spiegando come Sars-CoV-2 non sia sparito, nemmeno dalla Corea del Sud. "Il suo R0 appare alto come sempre, quando si allenta il contenimento".

Intanto in Lombardia si è riunito l'Ufficio di Presidenza della Commissione di inchiesta sull'emergenza Covid-19. A coadiuvare la presidente Patrizia Baffi (Italia Viva) nella programmazione e nello svolgimento dei lavori, il vicepresidente Mauro Piazza (Forza Italia) ed Elisabetta Strada (Lombardi Civici Europeisti) in qualità di consigliere segretario. La prima riunione è prevista per lunedì 8 giugno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rebus regioni: indagine indipendente mette in dubbio il "liberi tutti"

Intanto in Francia il governo ha definito l'epidemia sotto controllo: non ci saranno più zone rosse, quelle maggiormente a rischio per il Coronavirus, ma solo zone verdi, con l'eccezione di Ile-de-France, Mayotte e Guyane, che restano zone arancioni. In queste ultime, l'allentamento delle restrizioni sarà più prudente che nelle altre regioni del paese quando il 2 giugno entreranno in vigore le nuove norme. Ad annunciarlo è stato il premier francese Edouard Philippe. "Questo non significa - ha avvisato - che il virus non circola più o che circola solo in quei dipartimenti. Il virus resta presente, a livelli diversi su tutto il territorio. La velocità della sua propagazione a questo punto è sotto controllo. Siamo arrivati ad un risultato leggermente migliore di quello che avevamo preventivato per questa data".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, vinti 59 milioni di euro nell'estrazione di oggi martedì 7 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 4 luglio 2020

  • Alena Seredova: "Buffon mi ha fatto gli auguri per la nascita di Vivienne"

  • Mangiano e scappano senza pagare: ma la figuraccia di quattro amici è "epocale"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 2 luglio 2020

  • Rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: esplode focolaio di coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento