Coronavirus, Crisanti: "Bassa carica virale, virus risente del caldo secco"

"Ora siamo nell'occhio del ciclone e guardiamo al cielo sereno senza più preoccuparci". Usa questa metafora il virologo Andrea Crisanti per mettere in guardia rispetto al futuro: "Attenzione ad arrivare all'autunno pensando che sia tutto passato"

"Non ci sono dubbi che in questo momento stiamo assistendo ad una trasmissione caratterizzata da una bassissima carica virale, che poi si manifesta con una sintomatologia molto più lieve, resta il fatto che il virus circola e causa dei focolai". Lo ha detto Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di microbiologia e virologia di Padova, durante il programma Mezz'ora in più in onda su RaiTre sulla situazione attuale legata al coronavirus.

"Sono d'accordo con Zangrillo - ha detto, rivolgendosi all'altro ospite della trasmissione - è un problema di carica virale, su questo siamo tutti d'accordo, dove ci discostiamo è sulla previsione a lungo termine. Io penso che alcune manifestazioni come la festa per la Coppa Italia del Napoli o altri assembramenti ci vengono ora perdonati perché reduci da un lockdown e la trasmissione è diminuita e sicuramente il virus risente delle condizioni climatiche".

"Ne è testimonianza - ha spiegato ancora Crisanti - il caso della Florida e quello della penisola arabica nel caso di quest'ultima abbiamo 200mila casi e soltanto 800-900 morti la stessa cosa, accade nell'Oman e Yemen".

"Il virus in condizioni di caldo secco perde carica virale e noi siamo in una situazione ora favorevole quello che è pericoloso che noi arriviamo in autunno o inverno pensando che è tutto passato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Crisanti guarda con preoccupazione anche alla riapertura delle frontiere: "Senza fare un tracciamento aggressivo delle persone, ricreiamo sicuramente una situazione di rischio". "Non vorrei - conclude il virologo - che adesso che siamo nell'occhio del ciclone guardiamo al cielo sereno senza più preoccuparci".

Coronavirus, la data dell'azzeramento dei contagi regione per regione: "Se non sparisce in estate, diventa endemico"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, vinti 59 milioni di euro nell'estrazione di oggi martedì 7 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 4 luglio 2020

  • Alena Seredova: "Buffon mi ha fatto gli auguri per la nascita di Vivienne"

  • Mangiano e scappano senza pagare: ma la figuraccia di quattro amici è "epocale"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 2 luglio 2020

  • Rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: esplode focolaio di coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento