Non si potrà andare a scuola con il raffreddore

A settembre si torna in aula, ma con regole specifiche e la didattica a distanza non sarà accantonata: potrà infatti essere usata in modo complementare alle lezioni in presenza ma solo nella scuola secondaria di II grado

Fermo immagine del video pubblicato sulla sua pagina Facebook dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte su come saranno le aule alla ripresa dell'anno scolastico prevista per il 14 settembre

Si torna a scuola dal 14 settembre con - finalmente - le lezioni in presenza. Ma gli istituti saranno già aperti dal primo settembre per i corsi di recupero dedicati a chi non hanno raggiunto la sufficienza alla fine dell’anno scolastico appena concluso. La decisione del governo dopo l'allentamento delle misure di sicurezza previste per l'emergenza coronavirus. Tuttavia per il ritorno in aula sono previste specifiche linee guida dettate dagli esperti del comitato tecnico scientifico del ministero dell'istruzione. 

Grande attenzione sarà posta alle pulizie dei locali al cui fine sono stati erogati dal governo 331 milioni di euro destinati alle singole scuole. Per garantire le distanze di sicurezza che gli alunni dovranno tenere anche con una rimodulazione dei posti a sedere (un metro di distanziamento, secondo il Cts) sono previste lezioni anche in spazi esterni (come musei, teatri e parchi). Attenzione però: nelle Linee Guida pubblicate dal Miur si legge che la "precondizione" per la presenza a scuola di alunni e personale è l’assenza di sintomi nei tre giorni precedenti. L’interpretazione più chiara potrebbe essere questa: se un bambino ha un po’ di raffreddore sabato - anche se poi sta meglio - sulla carta non dovrebbe tornare in aula fino al martedì. 

Ad ogni modo la didattica a distanza non sarà accantonata: potrà infatti essere usata in modo complementare alle lezioni in presenza ma solo nella scuola secondaria di II grado. Inoltre in caso di una nuova emergenza epidemiologica potrà essere disposta nuovamente la sospensione della didattica in presenza e la ripresa dell'attività a distanza. 

Quanto agli ingressi saranno previsti percorsi predefiniti "per evitare raggruppamenti o assembramenti e garantire ingressi, uscite, deflussi e distanziamenti adeguati in ogni fase della giornata scolastica". Inoltre gli orari di inizio e fine delle attività scolastiche potranno essere differiti e scaglionati: al personale ausiliario sarà affidato il compito di accoglienza e vigilanza.

Le regole per le scuole 

Regole specifiche sono previste per la scuola materna in considerazione del fatto che i bambini di età inferiore ai sei anni hanno esigenze del tutto particolari, legate al bisogno di muoversi, esplorare, toccare. Pertanto andranno coinvolti gradualmente al rispetto delle nuove regole: il rito frequente dell'igiene delle mani, la protezione delle vie respiratorie, la distanza di cortesia, potranno diventare nuove "routine" da vivere con serenità e gioiosità.

Ovviamente l'uso delle mascherine non è previsto per i minori di sei anni, mentre per gli adulti sono raccomandati i dispositivi di protezione quali visierine "leggere" e guanti di nitrile per "non far venir meno la possibilità di essere riconosciuti e di mantenere un contatto ravvicinato con i bambini piccoli e tra i bambini stessi". L'ingresso dei bambini che già avviene in una fascia temporale "aperta" (dalle 7,30 alle 9,00), potrà essere adeguata alle nuove condizioni, programmata e concordata con i genitori. Analogamente potrà avvenire per le fasce di uscita, al termine dell' orario scolastico.

Quanto all'utilizzo della mensa saranno previsti due o più turni per evitare l'affollamento dei locali. In alternativa i pasto potranno essere consumati all'interno dell'aula didattica, ma solo se opportunamente areata e igienizzata al termine della lezione e al termine del pasto stesso.


Per quanto riguarda la partecipazione studentesca, le istituzioni scolastiche provvedono a garantire spazi adeguati per le assemblee e per ogni forma di declinazione della rappresentanza e della partecipazione studentesca, nel rispetto delle regole del distanziamento fisico, ovvero, ove ciò sia reso necessario, a garantire comunque lo svolgimento di dette attività anche con modalità a distanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 30 giugno 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 2 luglio 2020

  • Bonus auto da 4000 euro: le ultime novità sul maxi sconto per chi acquista un veicolo

  • Arriva il "bonus nonni" (e parenti): soldi a pioggia per chi accudisce i nipoti, ecco come funziona

  • Lutto per Romina Power, è morta la sorella Taryn: "Un anno di lotte contro la leucemia, non potevo avere sorella migliore nella vita"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 27 giugno 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento