Coronavirus, i test rapidi che la Spagna ha ordinato dalla Cina "non funzionano bene"

Lo rivela una fonte anonima a "El Pais". Secondo l'ambasciata cinese i kit sono stati acquistati presso una società priva di licenza. Intanto in Spagna il virus cresce in modo impressionante: ieri ci sono stati più di 7mila contagi

Foto di repertorio EPA/FRIEDEMANN VOGEL via ANSA

I kit che la Spagna ha ordinato dalla Cina per effettuare test a tappeto sulla popolazione "non rilevano i casi di coronavirus come previsto". È quanto rivela a El Pais una fonte anonima che avrebbe partecipato alle prime prove. Secondo la fonte i test rapidi, prodotti da un'azienda cinese con sede a Shenzhen, non funzionano bene e sarebbero dunque sostanzialmente inutilizzabili. "Hanno una sensibilità del 30%, quando dovrebbe superare l'80%", scrive il giornale citando le sue fonti. E, ha detto un esperto, con "quel valore non ha senso usare questi test".

Anche il quotidiano El Mundo ha acceso i riflettori sui test. "Tanti pazienti che anno avuto test Pcr positivi risultano invece negativi" hanno confidato al quotidiano responsabili sanitari di Madrid. Sul caso è intervenuta l'ambasciata cinese in Spagna sostenendo che Madrid ha acqusitato quei test da un'azienda che non ha la "licenza ufficiale della China National Medical Products Administration". 

Come funzionano i test rapidi

I test rapidi, spiega El Pais, funzionano in modo simile ai test di gravidanza: il muco e la saliva prelevati dall'area rinofaringea vengono diluiti e depositati in una cartuccia con una striscia reattiva. Il risultato (positivo o negativo) si ottiene in 10 o 15 minuti. Inizialmente il governo spagolo aveva acquistato 340.000 kit per sottoporre ad uno screening di massa operatori sanitari e anziani ricoverati e in un secondo momento altre fasce della popolazione. Solo ieri, riferisce ancora il quotidiano spagnolo, l’esecutivo ha però annunciato di aver ordinato più di cinque milioni di test, non è chiaro se dallo stesso produttore.

Spagna, contagi crescono ad un ritmo impressionante

In Spagna la situazione sanitaria è drammatica. Le persone positive al Covid-19 sono più di 56.188 e, riporta El Pais, 31.912 sono ricoverate in ospedale, con 3.679 pazienti in terapia intensiva. Oltre 4mila i decessi. Sono invece 7.015 le persone che sono state dimesse. I casi di contagio aumentano ad un ritmo impressionante: ieri +7457, martedì +6922. La zona di Madrid resta la più colpita con circa 15mila casi e più di 1800 morti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

coronavirus spagna-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la fidanzata di Dybala rompe il silenzio: "Tosse e dolori al corpo, sensazione perenne di disagio"

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Domenica In, Roby Facchinetti annulla l'ospitata: "Bergamo è la mia città, sono devastato dal dolore"

  • Coronavirus, quale mascherina bisogna usare

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Coronavirus, dalla suola delle scarpe alle verdure: i chiarimenti dell'Iss

Torna su
Today è in caricamento