Gabry Little Hero inizia il percorso per il trapianto: "È il momento giusto"

Ad annunciarlo su Facebook è stato il papà del bimbo affetto da Sifd, una malattia genetica rarissima: solo venti casi nel mondo, lui è l'unico in Italia

Gabry, il bimbo milanese di due anni affetto da Sifd (anemia sideroblastica con immunodeficienza delle cellule B), ha finalmente trovato un donatore e ha iniziato il percorso per il trapianto di midollo. Ad annunciarlo è il papà di "Gabry Little Hero", con un post pubblicato sulla pagina Facebook dedicata al piccolo. In tutto il mondo sono venti i casi registrati di Sifd, che provoca febbri periodiche e ritardo nello sviluppo: Gabry è l'unico in Italia.

"Questa volta niente rinvii, niente riardi. Adesso comincia la salita, il percorso più duro", ha scritto su Facebook il papà di Gabry. "Ti abbiamo preparato la strada, sei pronto fisicamente, abbiamo curato il tuo spirito, abbiamo scelto uno dei migliori team di esperti e abbiamo cercato il miglior alleato possibile compatibile con te… è #ilmomentogiusto per farlo - ha aggiunto il papà – Adesso tocca a TE! Devi rispondere al meglio alle terapie, devi continuare a mangiare, devi usare tutte le tue energie, fino all'ultimo. Ti stiamo chiedendo tantissimo piccolo Eroe, ma non potevamo fare diversamente".

Gabry Little Hero verso il trapianto: il messaggio del papà

Il donatore compatibile, individuato qualche settimana fa, aveva inizialmente chiesto un rinvio prima di sottoporsi al trapianto ma ora le procedure per i controlli, che precedono il trapianto di midollo osseo, sono state avviate. Gabry dovrà essere sottoposto a "condizionamento": gli verranno somministrati dei farmaci chemioterapici che azzereranno il suo midollo osseo, "creando spazio" per le cellule del donatore e sopprimendo il sistema immunitario per impedire il rigetto del trapianto. Il bimbo, insieme alla madre, dovrà rimanere per un periodo isolato in un ambiente sterile.

"Quanto è stato difficile 'consegnarti', ma mi sono fatto forza, ti ho dato in braccio all'infermiera sorridente, ti ho dato un ultimo bacino, ti ho fatto il gioco delle 'manine' e ci siamo lasciati con un sorriso, mentre tu mi battevi le manine... esattamente così come mi ero ripromesso. Le ultime raccomandazioni alla caposala e poi... la porta si è chiusa...", ha ricordato il papà su Facebook. "Finora insieme abbiamo vinto tante battaglie... mamma mia quante, se penso da dove siamo partiti... ma adesso è arrivato il momento di vincere la guerra. Noi ci siamo e saremo al tuo fianco fino alla fine".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Fabio Cannavaro dalla Cina: "Oggi è finita la quarantena, ecco la mia testimonianza"

  • Coronavirus, anziani restano senza acqua: la figlia chiama il 112 dalla Germania

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

Torna su
Today è in caricamento