Un patto per bambini a tavola senza tablet e smartphone: kit di giochi in bar e ristoranti

In alcuni ristoranti del gemonese (Udine) i bambini potranno trovare un kit di giochi per stare a tavola senza schermi

Un mese fa è stato lanciato in Friuli un "patto di comunità" per il benessere digitale, che ha visto uniti i comuni di Gemona, Artegna e Montenars per concordare strategie e regole comuni per accompagnare bambini e ragazzi a un uso equilibrato e positivo delle nuove tecnologie: un'alleanza che vede coinvolti genitori, scuola e territorio. Già più di duecento famiglie hanno sottoscritto il patto e l'iniziativa ora si è allargata ai ristoranti del gemonese, dove i bambini potranno trovare un kit di giochi per stare a tavola con i genitori senza cellulari o tablet.

Come racconta Cristina Boschetto su UdineToday, il kit sperimentale contiene fogli da disegno, matite, pastelli, pennarelli e giochi. A riceverlo sono stati il ristorante 'Da Willy' a Gemona, il bar 'La bettola' di Artegna e l'agriturismo 'Al Tulin' di Montenars, mentre altri ristoratori avevano già una dotazione personale di intrattenimenti per i più piccoli.

kit ristornante giochi bambini-2

"I genitori si trovano spesso sotto pressione nel tentativo di dare regole efficaci e coerenti ai propri figli nell'uso corretto del cellulare - spiega Giacomo Trevisan, coordinatore dell'Associazione Mec - Grazie al patto di comunità per il benessere digitale, le famiglie si alleano per concordare regole comuni. Ribadiamo che non c’è nessuna intenzione di puntare il dito contro le famiglie libere di fare scelte di altro tipo, né di apparire contrari alle nuove tecnologie, anzi ne promuoviamo l’uso attivo e creativo. Ma nei tempi giusti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal 2018, ricorda UdineToday, per la legge italiana (nuovo regolamento per la Privacy) i minori di 14 anni non possono utilizzare autonomamente whatsapp e social network e anche i dati scientifici parlano chiaro: l’uso di whatsapp e dei social network nell’infanzia e nella preadolescenza non porta benefici e influiscono negativamente sulle relazioni, sullo studio e sul benessere psicologico dei ragazzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus ristrutturazione al 110%, dalle seconde case agli infissi: cosa prevede il decreto

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Pensioni di giugno, il pagamento arriva in anticipo (ma non per tutti)

  • Ritrovano il figlio rapito 32 anni fa: la gioia incontenibile dei genitori

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 21 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento