Insulti a Papa Francesco per il crocefisso con il giubbotto salvagente del migrante morto

I commenti feroci alla foto condivisa su Twitter e alle parole del pontefice che ricorda "a tutti l'impegno inderogabile di salvare ogni vita umana"

Papa Francesco ha incontrato ieri alcuni rifugiati arrivati da Lesbo con i corridoi umanitari e ha ricevuto in dono un giubbotto salvagente appartenuto a un migrante ignoto morto annegato nel Mediterraneo. Quel giubbotto, messo su una croce in resina, è stato appeso all'accesso al Palazzo Apostolico dal Cortile del Belvedere.

La morte di quel migrante, ha detto il Papa, è stata causata dall’ingiustizia. "È l’ingiustizia che costringe molti migranti a lasciare le loro terre. È l’ingiustizia che li obbliga a attraversare deserti e a subire abusi e torture nei campi di detenzione. È l’ingiustizia che li respinge e li fa morire in mare", sono state le parole del pontefice, che invita a non restare indifferenti: "Come possiamo 'passare oltre', come il sacerdote e il levita della parabola del Buon Samaritano, facendoci così responsabili della loro morte. La nostra ignavia è peccato!".

Insulti a Papa Francesco per il crocifisso con il giubbotto del migrante annegato

L'immagine del crocifisso è stata poi condivisa sull'account Twitter del pontefice e, come è ormai tristemente facile immaginare, sono arrivati insulti e commenti negativi.

C'è chi definisce Bergoglio "Facilitatore dell'invasione islamica! Lo Spirito Santo agisca prima possibile, perché è in pericolo la Civiltà Cristina!!", chi un "provocatore seriale", chi ancora lo invita a farsi curare, chi si affida al benaltrismo ("Come mai non metti mai i cappelli dei vigili del fuoco, dei carabinieri e die poliziotti… Anche loro salvano vite sai? Tipo nei terremoti o calamità naturali. E salvano tutti! A prescindere dall'etnia…") e chi ne invoca addirittura le dimissioni, chiedendo il ritorno di papa Ratzinger.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ho deciso di esporre questo giubbotto salvagente, 'crocifisso', per ricordare a tutti l'impegno inderogabile di salvare ogni vita umana, perché la vita di ogni persona è preziosa agli occhi di Dio. Il Signore ce ne chiederà conto al momento del giudizio", è la frase di Bergoglio che accompagna il tweet e a cui c'è qualcuno che risponde con sicurezza: "A me il Signore non chiederà conto di niente. Sono stufa di sentirmi dare colpe che non ho" e chi rilancia: "Il Signore chiederà conto a lei delle sue bestemmie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, vinti 59 milioni di euro nell'estrazione di oggi martedì 7 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 4 luglio 2020

  • Alena Seredova: "Buffon mi ha fatto gli auguri per la nascita di Vivienne"

  • Mangiano e scappano senza pagare: ma la figuraccia di quattro amici è "epocale"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 2 luglio 2020

  • Rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: esplode focolaio di coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento