Novità in arrivo per il codice della strada: sì agli scooter 125 in autostrade e tangenziali, no al divieto di fumo

Multe salate per chi usa il cellulare alla guida. Pronto il testo base della maggioranza, ma Lega e M5s discutono ancora sul limite di velocità a 150 km/h

Scooter 125 anche in autostrada e tangenziale (ma solo se si è maggiorenni), multe salate per chi utilizza il cellulare alla guida. Sono queste alcune delle novità che arriveranno con il via libera al nuovo codice della strada: il provvedimento dovrebbe approdare alla Camera a inizio maggio.

Nuovo codice della strada, le novità in arrivo

Lega e M5s hanno trovato un’intesa di massima sulle modifiche da apportare al codice della strada, ricorda l’Agi, ma al momento l’unico punto che ancora divide è l'aumento dei limiti di velocità a 150 Km/h sulle autostrade a tre corsie, su cui il partito di Salvini non sembra intenzionatao a cedere mentre i pentastellati e lo stesso Ministero dei Trasporti sono contrari. C’è l’accordo invece sulla possibilità di abbassare il limite di velocità su alcune strade extraurbane soprattutto nei pressi dei grandi centri.

Nuovo codice della strada, multe salate per chi usa il cellulare

Sparisce la norma sul divieto di fumo, cara al M5s, mentre sono previste multe da 422 a 1.697 euro per chi viene sorpreso a utilizzare telefoni e smartphone durante la guida, con la sospensione della patente da sette a trenta giorni e da uno a tre mesi nel caso di reiterazione dell’infrazione (in un primo momento si era parlato invece di una sospensione da due a sei mesi).

Tra le altre novità, la possibilità per i ciclisti di andare contromano e di avere uno spazio ad hoc davanti agli stop e ai semafori, che sarà valutata dalle amministrazioni comunali, a cui viene rivolto l’invito di inserire maggiori tutele per chi va in bicicletta.

Previsti anche più controlli

In arrivo anche norme su monopattini, skate e hoverboard mentre le moto elettriche potranno andare in autostrada. Confermata l’abolizione della tassa di possesso per i veicoli storici e la cancellazione dell’obbligo degli anabbaglianti di giorni per le auto fuori dai centri abitati. Stop al sovraccarico dei mezzi pesanti e alla possibilità di guidare un veicolo immatricolato all'estero se da oltre 60 giorni si ha residenza o la sede dell'impresa in Italia.

Prevista anche la gratuità dei parcheggi per disabili, strisce rosa per le donne incinte. Ci sarà anche una stretta su controlli, con la polizia stradale che potrà sottoporre l’automobilista a un test antidroga ogni volta che lo riterrà necessario, senza più la necessità che questi manifesti segnali di alterazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo una lettera dell'agenzia delle entrate per 700mila italiani

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Ora solare 2019, quando scatta il cambio: il tempo stringe

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 17 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento