Parrucchiera va in pensione e dona l'attrezzatura a un collega terremotato

Una bella storia di solidarietà: protagonista una parrucchiera di San Benedetto del Tronto, che ha deciso di donare l'attrezzatura del suo salone a un collega di Arquata per aiutarlo a far ripartire la sua attività dopo il sisma

ANSA/Giuseppe Ercoli

Dopo aver lavorato per 45 anni come parrucchiera a San Benedetto del Tronto, Adriana Mestichelli Tempesta ha deciso che era il momento di andare in pensione e ha regalato tutta la sua attrezzatura a un collega terremotato di Arquata del Tronto, per aiutarlo a far ripartire l'attività in una delle strutture temporanee approntate nel comune dei monti Sibillini. L'idea è nata grazie alla Cna Picena, che ha fatto da tramite tra i due professionisti disporre il trasferimento delle "cinque postazioni complete per servire altrettanti clienti contemporaneamente".

Solidarietà dopo il terremoto

“Sono associata alla Cna da sempre e sia dall’Associazione che grazie al passaparola di altri colleghi e rappresentanti ho pensato che le mie attrezzature potessero servire a qualche artigiano in difficoltà per i danni causati dal terremoto – ha raccontato Adriana Mestichelli Tempesta - Ho parlato solo telefonicamente con la signora che insieme al parrucchiere di Arquata riceverà le mie cose. L’ho sentita sinceramente contenta e rinfrancata. E questo mi basta”.

“Poter andare dal parrucchiere vicino casa è una cosa importante per tutti e per gli anziani in particolare", ha aggiunto Monia Capriotti, responsabile di Cna Benessere per il capoluogo e la zona montana. "Come settore che si occupa del benessere, non solo fisico, della persona, l’aspetto psicologico e motivazionale lo abbiamo affrontato più volte con i nostri associati anche con corsi mirati proprio a far stare a proprio agio chi si rivolge a un nostro artigiano. A cominciare da chi ha un problema di salute a chi, come in questo caso, ha perso tutto o quasi a causa del terremoto”.

Al lavoro per la ricostruzione morale e materiale delle attività

“Stiamo lavorando dai primi momenti post sisma per la ricostruzione materiale e morale delle attività – ha sottlineato il direttore della Cna, Francesco Balloni - e ogni piccolo gesto come il dono di queste attrezzature professionali ci conforta, dimostrandoci che abbiamo intrapreso la strada giusta e l’unica possibile per una vera rinascita delle zone terremotate. Tutto concorre, dalle donazioni più consistenti a quelle di singoli che fanno quello che possono. E che spesso fanno la differenza fra la speranza e la rassegnazione”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutta l'attrezzatura di Adriana - poltrone professionali, pareti mobili, specchi, lavelli e quant'altro, partiranno presto per la loro nuova "avventura" ad Arquata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus ristrutturazione al 110%, dalle seconde case agli infissi: cosa prevede il decreto

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 19 maggio 2020

  • Si allontana la data del "contagio zero": le nuove stime, regione per regione

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Benzina e diesel, brutte notizie al distributore per gli automobilisti

  • Ezio Bosso, il messaggio di Alba Parietti: "Mi hai voluto proteggere dal dolore"

Torna su
Today è in caricamento