"Ogni genere di coppia può adottare un bambino a distanza. Anche Salvini e Di Maio"

In piazza Baiamonti a Milano un mega poster con i due vicepremier in coppia, volti (a loro insaputa) della nuova campagna di ActionAid per le adozioni a distanza: l’organizzazione ha inviato questa mattina ai due il dossier di attivazione a loro nome

“Affideresti un bimbo o una bimba a una coppia di questo genere? Noi sì”. E i componenti di questa “coppia” sono nientemeno che i due vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio, ritratti insieme nel mega cartellone affisso questa mattina in piazza Baiamonti a Milano. Autore della provocazione è Actionaid, l’organizzazione indipendente impegnata in progetti internazionali e nazionali a sostegno dei diritti fondamentali dell’uomo, per un’iniziativa a favore delle adozioni a distanza.

“Auguri Luigi e Matteo. Vi abbiamo appena affidato una bambina a distanza. Sostieni anche tu un bimbo o una bimba, puoi farlo insieme a chi vuoi. Fatevi avanti coppie di ogni genere, per noi ogni coppia può”, si legge sul manifesto, proprio sotto le foto dei due ministri, ormai una coppia politica "di fatto” (anche se con un rapporto decisamente burrascoso).

“Stamattina – spiega una nota di ActionAid – è stato consegnato nelle sedi di partito dei due leader Matteo Salvini e Luigi Di Maio il dossier di attivazione del sostegno a distanza a loro nome, con le informazioni relative alla bimba e al contesto in cui vive", che è tragico. "Il Senegal è un Paese in cui un terzo della popolazione vive sotto la soglia di povertà e – sottolineano dall'organizzazione – ha un tasso di mortalità infantile molto alto".

Responsabilità verso i più piccoli e gli indifesi, la sfida a Salvini e Di Maio di ActionAid

“Prendersi cura ed esercitare la propria responsabilità verso i più piccoli e indifesi, ovunque essi siano. È questo il terreno su cui sfidiamo i due leader, saranno interessati a occuparsi di Thila? Ci aspettiamo un gesto dal forte impatto da parte di Salvini e Di Maio che sensibilizzi l’opinione pubblica perché nel mondo sono 200 milioni i bambini che vivono senza diritti. Un’ingiustizia che può essere cambiata anche grazie al sostegno a distanza”, dice Raffaella Lebano, vicesegretaria di ActionAid, spiegando il senso provocatorio della campagna #ognicoppiapuò.  

“Da anni ActionAid sostiene le battaglie di chi come noi lotta affinché tutte le persone abbiano gli stessi diritti. Per questo sentiamo il bisogno di esprimere il nostro sostegno a quelle coppie e quei bambini che non possono ancora diventare una famiglia, secondo le leggi del nostro Paese. Crediamo – ha concluso la Lebano – che ogni persona o coppia di qualsiasi genere possa dare amore a un bambino e che ogni bambino meriti di riceverlo”. Salvini e Di Maio saranno pronti?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Prende il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere 78 auto intestate

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere per il bonus "pieno" di 100 euro

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Roberta Girotto, mamma scomparsa: ritrovato il suo corpo nel fiume

Torna su
Today è in caricamento