Toninelli e l'auto elettrica: "E' la vera rivoluzione". Ma ha appena comprato un Suv diesel

La "gaffe" del ministro dei Trasporti in auto con la giornalista Maria Leitner per la rubrica Motori del Tg2: "Domani finiamo su tutti i giornali...". La replica di Toninelli: "L'ho presa per ragioni di natura economica. Un'auto usata costava molto di meno di una nuova"

Toninelli ospite a Tg2 Motori

Uno degli ultimi acquisti della famiglia Toninelli è stata una Jeep Compass con motorizzazione diesel. Lo ha rivelato lo stesso ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture ospite di Tg2 Motori, la rubrica domenicale condotta dalla giornalista Maria Leitner. Si tratta di uno dei modelli per i quali il governo ha appena introdotto l'ecotassa contro l'inquinamento, il tributo previsto per i veicoli che hanno delle emissioni particolarmente alte.

Il Suv di Toninelli a Tg2 Motori: "Ministro, domani finiamo su tutti i giornali..."

Nel corso dell'intervista, l'esponente del Movimento 5 stelle aveva sbandierato la scelta del suo ministero di sostituire l'auto blu con una elettrica e indicato una serie di misure per agevolare l'uso delle vetture con alimentazione ecologica. Dopo la risposta-gaffe sul Suv, la giornalista Maria Leitner ha fatto notare la contraddizione della scelta di Toninelli, commentando così: "Ministro, domani finiamo su tutti i giornali""So che non rimedierò mai a questo gravissimo errore...", aveva risposto il ministro.

Oltre a questa scelta, comunque, Toninelli ha anche affermato a Tg2 Motori di aver installato un impianto Gpl per la sua vecchia Golf del 2007.

In vigore l'ecotassa: chi pagherà di più (e chi ha diritto allo sconto) 

Nel pomeriggio di oggi è arrivata la "replica" di Toninelli, con questo commento comparso sulla sua pagina Facebook: "Siamo oltre la follia. Stanno discutendo perfino sul fatto che io abbia comprato una macchina. Ebbene sì, a ottobre dell'anno scorso ho commesso il "crimine" di acquistare un'auto usata. Alcuni mi chiedono perché abbia preso una auto diesel, mentre come Ministero e come Governo spingiamo sull'elettrico. La risposta è molto semplice: per ragioni di natura economica. Un'auto usata costava molto di meno di una nuova. Ancora oggi, infatti, continuo a tagliarmi lo stipendio e a condurre la stessa vita che facevo prima di diventare portavoce in Parlamento. Inoltre, l'auto in famiglia la usiamo principalmente per lunghi viaggi, e oggi in Italia purtroppo non ci sono abbastanza colonnine di autoricarica per l'elettrico. Due problemi che so che mi accomunano a milioni di famiglie italiane. Per questo come governo stiamo spingendo sul pedale dell'acceleratore dei piani di installazione delle colonnine di ricarica e abbiamo introdotto incentivi economici per l'acquisto di auto elettriche".

Infine, Toninelli conclude: "La mia auto "nuova" non sarebbe stata comunque soggetta al "malus" in quanto ha emissioni ben al di sotto della soglia limite. Inoltre, come detto, è una usata a km zero immatricolata a metà 2018. Chiunque, non solo il sottoscritto, oggi comprasse un'auto usata non pagherebbe alcun malus".


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • SuperEnalotto, l'estrazione di oggi lunedì 1 giugno 2020

  • Bonus auto da 4000 euro: arriva l'eco-sconto per salvare l'automotive

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 4 giugno 2020

  • A giugno ultima busta paga "light", poi arriva il bonus fino a 100 euro

  • Coronavirus, ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

Torna su
Today è in caricamento