Vaccini, i presidi contro le classi protette per i bimbi a rischio

"Impossibile escludere tra immunodepressi e non vaccinati", denuncia il presidente dell'Associazione nazionale presidi. Problemi anche dal punto di vista burocratico e organizzativo

I presidi tornano a farsi sentire sulla questione vaccini dopo l'iniziativa annunciata dal ministro della Salute Grillo di "classi protette" per i bambini immunodepressi. "Sarà impossibile escludere tra immunodepressi e non vaccinati: come si possono mantenere le distanze in palestra, in gita o in corridoio?", si chiede Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale presidi, intervistato dal Messaggero. "Si tratta di una complicazione per le scuole", aggiunge, ricordando che "le scuole sono il posto migliore per diffondere il contagio: ambienti caldi con finestre chiuse". 

Vaccini, ora le Regioni vanno allo scontro

Critico anche Mario Rusconi, presidenti di Anp-Lazio, che sottolinea anche le implicazioni pratiche di questa scelta e le complicazioni a livello organizzativo che ne possono derivare. "L'emendamento per assicurare la distribuzione dei non vaccinati apre alla possibilità che i bambini possano cambiare classe, causando evidenti effetti negativi sia sul piano educativo che su quello formativo. Un ulteriore problema nasce con la condivisione e la gestione degli spazi comuni: mense, palestre e aree ludiche".

Vaccini a scuola: tutto quello che c'è da sapere 

"I presidi - accusa Rusconi - seguendo il calendario annuale delle attività e comunque entro fine luglio, hanno già formato le classi e le sezioni secondo i criteri stabiliti dal Consiglio d'Istituto ma senza i contenuti dell'emendamento appena approvato. I decisori politici dimostrano così di non conoscere i tempi e il calendario della scuola".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Dal bonus in busta paga ai buoni pasto: cosa cambia nel 2020 per i lavoratori dipendenti

  • Mamma scomparsa, vede il disegno della figlia a Chi l'ha visto e si fa viva con l'avvocato: "Sto bene"

  • Natalia Titova: "La malattia è peggiorata, costretta a lasciare 'Ballando con le stelle'"

Torna su
Today è in caricamento