La pizza bruciata è un rischio per la salute: come comportarsi a tavola

A lanciare l'allarme è l'associazione House Hospital onlus. La cottura deve essere uniforme, come confermato nel disciplinare approvato a Bruxelles. L'associazione organizza corsi di educazione sanitaria per i ristoratori

La pizza bruciata rappresenta un rischio per la salute: "Diritto del cliente chiederne un'altra"

Allarme a Napoli per le pizze, ma anche per le carni e per tutti gli alimenti che, cotti alla brace, aumentano il rischio di tumore. Il problema è legato alle modalità di cottura, che spesso non sono adeguate agli standard fissati dall’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA). A richiamare l’attenzione su questo problema è l’Associazione House Hospital onlus, per voce del direttore generale Sergio Canzanella. "Prendendo ad esempio la pizza, quando il calore è troppo l’impasto brucia e nel processo di combustione si formano idrocarburi policiclici aromatici, un gruppo di composti considerati contaminanti critici in primo luogo dall’EFSA e dal Decalogo sugli interferenti endocrini del Ministero dell'Ambiente e dell'I.S.S. perché collegati all’aumento del rischio di tumori, compresi quelli associati a squilibri ormonali". 

L’argomento è trattato anche nel Disciplinare della Pizza Napoletana approvato a Bruxelles che ha ottenuto la denominazione di marchio collettivo dove si legge: “Il pizzaiolo deve controllare la cottura della pizza sollevandone un lembo, con l’aiuto di una pala metallica e ruotando la pizza verso il fuoco, utilizzando sempre la stessa zona di platea iniziale per evitare che la pizza possa bruciarsi a causa di due differenti temperature". In ogni caso quando la pizza è bruciata è un diritto del cliente chiederne un'altra senza tracce nere sul bordo o sul fondo.

Per cercare di rimediare al problema, l'Associazione House Hospital onlus, l'Accademia della Conoscenza e la Cooperativa Percorsi per Crescere onlus presentano a Lusciano, in Via Fratelli Cervi 3, il primo corso di educazione sanitaria in Regione Campania 'Mangiare sano fa bene alla salute'. Cinquanta ore per formare gli operatori che lavorano in pizzeria, nelle bracerie, nei ristoranti e nelle trattorie.

Leggi la notizia su NapoliToday.it 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 28 maggio 2020

  • Katia e Ascanio 15 anni dopo, ecco l'irresistibile ritratto di famiglia con i figli

Torna su
Today è in caricamento