Aria condizionata: i rischi per la salute e i consigli per un uso responsabile

Indispensabile per sopravvivere all'afa estiva, la brezza artificiale va adoperata in maniera opportuna per non incappare nei disturbi che col tempo possono compromettere la salute

Non c'è dubbio che l'aria condizionata sia fondamentale per uscire indenni dalla calura estiva che fiacca il corpo e lo spirito di chi è costretto a lavorare nonostante le temperature infernali, ma altrettanto innegabili sono i rischi che, a lungo andare, attentano alla salute di chi si trova per lungo tempo a contatto con la brezza artificiale.

È per questo che si rende necessario tenere a mente alcune regole fondamentali che consentano di non trasformare l'istantaneo beneficio in un danno consistente, partendo dall'assunto che l'aria condizionata non sia assolutamente pericolosa se usata nel modo giusto anche perché è in grado di eliminare la maggior parte dell'umidità presente nell'ambiente. 

I RISCHI. È importante che il flusso d’aria non sia troppo freddo, affinché il divario tra temperatura esterna ed interna non sia eccessiva: indicativamente la temperatura mantenuta dal condizionatore dovrebbe essere di cinque-sei gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. Gli sbalzi di temperatura sono infatti dannosi per l'apparato respiratorio perché il freddo eccessivo causa una sorta di blocco del sistema naturale di difesa delle vie respiratorie provocando una diminuzione della vascolarizzazione delle mucose respiratorie e una conseguente paralisi delle minuscole ciglia vibratili che rivestono le mucose stesse, la cui funzione è proprio quella di allontanare i microrganismi presenti nell’aria. Per questo c'è il rischio di incappare nelle classiche malattie da raffreddamento come mal di gola e bronchite e poi emicrania, torcicollo, dolori articolari, i dolori muscolari e addominali che talvolta possono essere anche accompagnati da dissenteria.

LA MANUTENZIONE. Una cattiva manutenzione e pulizia degli impianti di condizionamento può causare l’insorgenza di disturbi anche seri, perché proprio nei filtri degli apparecchi si annidano pollini, acari (che possono provocare attacchi d’asma nei soggetti allergici) e microrganismi di ogni tipo (batteri, funghi, muffe ecc).  

LE REGOLE D'ORO. Prima di tutto è necessario fare attenzione a mantenere una temperatura “artificiale” non troppo bassa e posizionare i bocchettoni dell’aria fredda verso l’alto per non colpire direttamente le persone. Non abusare dell’aria condizionata durante le ore notturne spegnendo l’apparecchio o perlomeno riducendo al minimo la potenza. Stare attenti a non esporre all’aria troppo fredda persone anziane e bambini e se si è sudati aspettare qualche minuto ad accendere l’aria condizionata per evitare di abbassare troppo rapidamente la temperatura corporea. I filtri se non sono integri devono essere sostituiti e devono essere puliti con assoluta regolarità e non va mai trascurata una manutenzione periodica dell’apparecchiatura che preveda un controllo generale dell’impianto eseguito da un tecnico specializzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Katia e Ascanio 15 anni dopo, ecco l'irresistibile ritratto di famiglia con i figli

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 28 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento