Analisi urine svela contaminazione da pesticidi: ecco cosa mangiamo veramente

Glifosato e altri insetticidi, tutti nelle urine dei figli in percentuali superiori alla media ma anche in quelle dei genitori. Il curioso caso è denunciato da un esperimento sociale #ipesticididentrodinoi

Basta una analisi delle urine e una normale famiglia italiana di quattro persone scopre di essere pesantemente contaminata dai pesticidi. Per tre dei membri alte le concentrazioni di glifosato, l'erbicida per cui in queste settimane l`Europa deve decidere o meno la possibilità di utilizzo nei prossimi anni.

Scopo dell'esperimento sociale è dimostrare quanto l'assunzione di pesticidi possa essere influenzata dalla dieta. Così una famiglia di 4 persone (i genitori, Marta e Giorgio assieme ai loro bambini, Stella di 9 anni e Giacomo di 7) ha accettato di fare il test sulla presenza o meno di pesticidi nelle urine e - dopo 15 giorni di dieta 100% bio, quindi totalmente priva di chimica di sintesi - ripetere le analisi per verificare la differenza tra prima e dopo. 

Ecco cosa hanno scoperto grazie alle analisi

In particolare uno dei genitori registra 0,26 microgrammi per litro, mentre il bambino più piccolo arriva 0,19 rispetto a una media generale di 0,12 microgrammi litro. Lo stesso bambino, solo 7 anni di età, registra oltre 5 microgrammi di clorpirifos per grammo di creatinina, un valore altissimo rispetto alla media della popolazione che è 1,5 microgrammi per grammo. Quest'insetticida provoca - tra i tanti altri danni - particolari effetti sulla capacità di apprendimento e di attenzione. Infine, due prodotti della contaminazione da piretroidi (Cl2CA e m-PBA) consistemente presenti nella famiglia. In particolare, l`m-MPA arriva nella mamma a concentrazioni di circa 3,4 microgrammi per grammo: un record che si trova solo nel 5% delle statistiche finora analizzate.

Il curioso caso è denunciato da un video #ipesticididentrodinoi che fa parte di Cambia La Terra, progetto di informazione contro i pesticidi voluto da Federbio con Isde- Medici per l`Ambiente, Legambiente, Lipu e WWF, e coordinato da un comitato dei garanti di cui fanno parte - oltre ai rappresentanti delle associazioni citate - singole personalità del mondo della ricerca.

Tutta la campagna #ipesticididentrodinoi è online e tutti possono seguire giorno dopo giorno, attraverso video e post della famiglia, l`evolversi della dieta. Il 30 novembre prossimo saranno presentato i risultati finali e si risponderà alla domanda: è possibile, con solo 15 giorni a zero pesticidi ridurre o eliminare la quantità di pesticidi che assorbiamo quotidianamente attraverso gli alimenti?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere per il bonus "pieno" di 100 euro

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Vive con il cadavere del fratello, morto da tre mesi, ai piedi del letto

Torna su
Today è in caricamento