Pillola del giorno dopo senza ricetta medica: l'Aifa abolisce l'obbligo

L'Agenzia italiana del farmaco ha eliminato l'obbligo di prescrizione del medico per l'assunzione del contraccettivo, utilizzato come anticoncezionale di emergenza in caso di rapporti sessuali non protetti

Pillola del giorno dopo senza ricetta medica: l'Aifa abolisce l'obbligo

Con provvedimento pubblicato lo scorso 3 marzo sulla Gazzetta ufficiale, l'Agenzia italiana del farmaco ha abolito l'obbligo di ricetta medica per le maggiorenni che faranno richiesta del Norlevo, l'anticoncezionale d'emergenza conosciuto come pillola del giorno dopo. 

A comunicarlo è stato Silvio Viale, noto per le battaglie a favore della pillola Ru486: "Meglio tardi che mai. È dal 2000, anno della registrazione, che chiedo l'abolizione della ricetta per la contraccezione di emergenza" ha commentato il medico radicale torinese che, a 16 anni dall'inizio della sua battaglia per l'acquisto libero della pillola, vede adesso raggiunto lo scopo che si era prefissato.

"Nei casi in cui la maggiore età di chi fa richiesta non fosse evidente le farmacie chiederanno un documento di identità e rifiuteranno la dispensazione senza ricetta qualora la persona risultasse minorenne" ha chiarito a tal proposito in una nota la Federfarma che ha anche suggerito di sottoporre allo stesso regime prescrittivo le due confezioni di Norlevo provenienti da importazione parallela e autorizzate per la commercializzazione in Italia (ditte Farma 1000 e Medifarm), per quanto la disposizione dell’Aifa non ne faccia menzione. 

In precedenza, la stessa Aifa aveva modificato il regime prescrittivo di altri due medicinali per la contraccezione d’emergenza, Stromalidan ed Escapelle. Si tratta di farmaci con avvertenze, controindicazioni e intervalli di impiego diversi, ma con il comune denominatore di impedire una gravidanza indesiderata grazie all'assunzione entro un lasso di tempo breve dal rapporto sessuale non protetto.

COME FUNZIONA. Il sito lapilloladelgiornodopo.it chiarisce che la contraccezione d’emergenza si usa quando il metodo contraccettivo scelto potrebbe non aver funzionato correttamente (ad esempio, si è dimenticato di assumere la pillola anticoncezionale o il preservativo si è rotto durante il rapporto) oppure quando non è stato usato alcun contraccettivo, come nel caso del coito interrotto. La pillola del giorno dopo è un contraccettivo che agisce inibendo o spostando l’ovulazione in avanti di qualche giorno, in modo tale che gli spermatozoi, entrati all’interno dei genitali femminili nel rapporto a rischio di gravidanza, perdano di efficacia.

CONTRACCEZIONE DI EMERGENZA. Ne esistono due tipi: quella innovativa, a base di ulipristal acetato, che si acquista direttamente in farmacia e va assunto fino a 120 ore dopo (cosidetta pillola dei cinque giorni dopo); quella tradizionale, a base di levonorgestrel, da prendere fino a un massimo di 72 ore dopo il rapporto sessuale e per la quale, da adesso, non occorre più la prescrizione medica prima necessaria.

"La ricetta, per lunghi anni un ostacolo e un alibi dell'obiezione di coscienza di molti, ha reso ancora più complesso ciò che invece deve essere rapido e semplice" hanno sottolineato i radicali Igor Boni, Laura Botti e Silvja Manzi a proposito della cancellazione dell'obbligo di rivolgersi ad un medico per la prescrizione della pillola, e tanti sono gli utenti che attraverso l'hashtag  ‪#‎NorlevoSenzaRicetta‬ hanno espresso sui social la soddisfazione per quella che appare come una grande vittoria per le donne e non solo. 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ma se non la danno, che bisogno c'è della pillola?

Notizie di oggi

  • Alimentazione

    Il miele è un ‘salva linea’: un cucchiaino prima di dormire aiuta a dimagrire

  • Alimentazione

    Bere troppa acqua fa male alla salute: parola degli esperti

  • Benessere

    Con l'aspirina si riduce il rischio di tumore alla prostata del 40%

I più letti della settimana

  • Bere troppa acqua fa male alla salute: parola degli esperti

    Torna su
    Today è in caricamento