Liquori

Mirto o anice? Le ricette per preparare in casa due famosissimi liquori

Il liquore all'anice e quello al mirto sono due ottimi digestivi da proporre agli ospiti dopo un pasto abbondante: ecco le ricette per preparali in casa!

-> Speciale Natale: clicca qui per le idee regalo

Tra i piaceri della vita possiamo sicuramente annoverare il bicchierino di liquore alla fine di un pasto abbondante. I liquori digestivi, conosciuti anche come amari, sono infatti parte integrante della cultura culinaria italiana, in cui un pasto non si può definire concluso senza il tipico digestivo o 'ammazza caffè'.
Realizzati con spezie ed erbe aromatiche officinali lasciate in infusione nell’alcool, al quale donano particolari sapori, tra i liquori digestivi più apprezzati troviamo sicuramente quello al mirto e il liquore all'anice: due prodotti tipici del belpaese, il primo proveniente dalla Sardegna, il secondo derivante dall'Anisetta, il famoso liquore marchigiano.

Se, dopo un pasto con gli amici, volete stupire i vostri ospiti con un ottimo liquore fatto da voi, o se volete fare un regalo originale, potete cimentarvi nella preparazione casalinga di questi amari.
Prima di tutto, il segreto per un buon liquore fatto in casa è avere pazienza: gli ingredienti infatti dovranno macerare nell’alcool per diverso tempo, a seconda della ricetta. D'altro canto, una volta aperti, i liquori fatti in casa possono essere conservati anche per anni, sempre in un luogo asciutto a riparo da fonti di calore.

Ecco allora le ricette da seguire passo passo per preparare in casa il liquore al mirto e il liquore all'anice.

Liquore al Mirto

84612324_S-2

Dicembre è il mese in cui raccogliere le bacche del mirto per preparare un ottimo liquore casalingo: non troppo alcolico, piacevolmente digestivo, perfetto per concludere un pranzo di festa, come quello di Natale. Per raccogliere a mano le bacche di mirto potete aiutarvi con un raccoglitore in legno per bacche e mirtilli, ma se non avete a disposizione una pianta, potete tranquillamente acquistare su Amazon.it delle ottime bacche di mirto fresche, ben lavate e di ottima qualità.

Ingredienti per 3 litri di liquore al mirto:

  • 1 Kg di bacche di mirto
  • 1 litro di alcol puro 90°/95°
  • 1,5 litro di acqua.
  • 600 gr. circa di zucchero, in base ai gusti personali o al grado di maturazione delle bacche

Procedimento:

  • Mettete le bacche di mirto in un recipiente a chiusura ermetica senza pressarle, lasciando 2-3 cm dal bordo, e ricopritele di alcol; chiudete bene e lasciate a macerare in un luogo buio per 40/50 giorni.
  • Ogni settimana controllate il livello dell’alcool, e aggiungetene non copre tutte le bacche, mescolando leggermente e con attenzione.
  • Trascorso il tempo di macerazione, filtrate il tutto con un colino recuperando l’alcol aromatizzato e scolando bene le bacche.
  • Schiacciate e spremete le bacche aiutandovi con un panno in cotone per ottenerne il succo, ma fate attenzione a non rompere i semini, perché potrebbero dare un sapore amaro al liquore.
  • Dopo averlo filtrato, potrete aggiungere il succo così ottenuto al primo estratto, o dividere le due essenze per creare due differenti tipologie di liquore.
  • A questo punto, preparate lo sciroppo: in un tegame unite l’acqua ancora fredda con lo zucchero, mescolate bene e lasciate in ebollizione per circa 10 minuti; poi lasciate raffreddare.
  • Infine aggiungete lo sciroppo all’estratto alcolico e mescolate bene il tutto; in generale, le dosi sono 1/3 di estratto alcolico e 2/3 di sciroppo di zucchero: se però volete ottenere un prodotto più dolce e leggero potrete aumentare la dose di sciroppo, o ridurla in caso contrario. 
  • Versate in bottiglie, meglio se scure, tappate, e lasciate riposare al buio da 1 mesi a 6 mesi (più tempo riposa, più il prodotto assumerà un gusto morbido).

Liquore all’anice

94671933_S-2

Diverso dall'Anisetta, il famoso liquore marchigiano che utilizza il Pimpinella anisum, un tipico anice verde di quel territorio, ed è un distillato, che quindi prevede tempi e modalità di preparazione più lunghi e diversi da quelli di un liquore casalingo, il liquore all’anice che si prepara con i semi di questa pianta si può fare in casa con pochi e semplici ingredienti. Vediamo come.

Ingredienti per 1,5 litri di liquore all'anice:

Procedimento:

  • Per prima cosa pestate i 50 g di semi di anice affinché rilascino tutto il loro olio e l’aroma in infusione.
  • Mettete in un recipiente con chiusura ermetica 500 ml di alcol con i semi di anice e le spezie che preferite: per un gusto più intenso e deciso scegliete i chiodi di garofano e la stecca di cannella, mentre per ottenere un sapore più dolce e delicato la scorza del limone, facendo attenzione ad eliminare la parte bianca amara, oppure la bacca di vaniglia.
  • Chiudete il recipiente e lasciate il tutto in infusione per almeno 20 giorni in un ambiento fresco e buio, agitando il barattolo tutti i giorni non più di una volta al giorno per distribuire bene i sapori all’interno.
  • Trascorso il tempo di infusione, preparate uno sciroppo cuocendo 500 ml di acqua con 500 g di zucchero: portate a bollore lo sciroppo, abbassate la fiamma a ebollizione e spegnete dopo 2 minuti,  lasciando raffreddare.
  • A questo punto filtrate l’alcol con le spezie aiutandovi con un colino, e aggiungete il tutto allo sciroppo.
  • Imbottigliate il liquore all'anice e gustatelo dopo un mesetto, tenendolo a riposo in un luogo fresco e asciutto.

Ultime guide all'acquisto

Le Guide Popolari

  • Impastatrice Kenwood Cooking Chef Gourmet a metà prezzo: ecco come averla

  • I 5 profumi maschili più amati da uomini e donne

  • Cyber Monday: non perdere tutte le offerte in diretta

  • I 5 mercatini di Natale più belli d’Italia

  • Regali di Natale: le migliori offerte in diretta

  • Natale: cosa regalare alla mamma

  • Offerte Black Friday: l'edizione speciale Oro della crema viso anti-età Lierac Premium Voluptueuse scontata al 40%

  • I migliori kit per il gel unghie in casa


Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento