Regali e news

I consigli e gli accessori perfetti per andare a funghi

L’autunno è il momento ideale per cercare e raccogliere funghi, e con poche regole e gli accessori giusti potrai vivere un’esperienza indimenticabile, ricca di soddisfazioni e magari di porcini!

Settembre ed Ottobre sono i “mesi da funghi” per antonomasia e, con l’arrivo dell’autunno, una delle attività più rilassanti ed entusiasmanti a cui ci si può dedicare almeno una volta è la raccolta dei funghi. Oltre ad essere un’occasione perfetta per passare una giornata all’aperto e assaporare il contatto con la natura in uno dei periodi più suggestivi dell’anno per colori e profumi, non occorre essere fungaioli esperti per riuscire a portare a casa un piccolo bottino.
Di certo occorre munirsi della giusta attrezzatura, adottare le precauzioni minime per trascorrere diverse ore in mezzo ai boschi in totale sicurezza e, soprattutto, conoscere e rispettare le leggi che regolamentano la raccolta dei funghi, al fine di preservare l’equilibrio dell’ecosistema boschivo.

Abbigliamento ed accessori

Chi ama andare a funghi sa bene che non servono molte cose, ma quei pochi oggetti devono essere di qualità.
Innanzitutto, è importante scegliere un abbigliamento comodo, multistrato e dai tessuti traspiranti; la calzatura ideale è uno scarpone leggero in pelle alto fin sopra la caviglia (come questo qui), che tenga al riparo da punture di insetti, dai rovi, dall’umidità e da spiacevoli incontri con serpenti e vipere.
Poi, ci sono due accessori che sono indispensabili per un raccolto ricco (e commestibile):

  • un ottimo coltellino – che rende più semplice e comoda la raccolta dei funghi, permettendoti di reciderli senza sprechi;
  • un contenitore rigido ed areato per il trasporto dei funghi, come un cestino di vimini -  la trama di vimini, infatti, permette la caduta delle spore sul terreno durante la camminata, favorendo l'inseminazione spontanea dei miceti e la loro riproduzione; inoltre, i secchi di plastica o, peggio, le buste, fanno ammassare i funghi raccolti e ne facilitano il decadimento, non consentendo il passaggio dell’aria.

814teY0QeuL._SL1500_-2

Il coltello per funghi della CRS è piccolo, pratico e maneggevole, ed è pensato appositamente per facilitare la raccolta dei funghi. Ha una lama (5,6 cm di lunghezza) retrattile molto affilata con un lato dentellato, in acciaio inossidabile resistente e durevole, e un manico dalla presa ergonomica in splendido legno non trattato.
Oltre a lama e manico, questo coltellino si distingue per i vari accessori che lo rendono utilissimo e funzionale: il righello da 4 cm sul manico, che ti permette di misurare la lunghezza dei funghi o dei tartufi che raccogli, il moschettone, perfetto per agganciare il coltellino alla cintura o allo zaino, una custodia dove riporlo comodamente e un morbido pennello in setole di cinghiale, grazie al quale potrai pulire il fungo dalla terra prima di riporlo nella cesta. Il fatto di pulire gli esemplari raccolti sul posto è una buona abitudine perché serve a portare a casa funghi più puliti e facili da lavare.

41hrGgtEiSL-2

Lo zaino per funghi di Jjm Europe ha 6 tasche e un cesto di vimini interno removibile; dal design semplice ma molto curato, è estremamente comodo e funzionale. 

Come raccogliere i funghi

È importante ricordare che i funghi si cercano con lo sguardo, senza smuovere terriccio o rastrellare l’habitat;  soprattutto i porcini, si mimetizzano perfettamente con i colori del bosco, quindi cerca di  scrutare bene ogni angolo, magari osservando un punto da diverse angolazioni. Controlla bene anche sotto le foglie e alla base dei tronchi.
Una volta avvistati uno o più funghi, puoi utilizzare questa procedura per raccoglierli: scava con le mani nel terreno ed inserisci le dita tra l'humus e la base del gambo, poi, esercitando una piccola torsione sempre alla base del gambo, stacca delicatamente il fungo dal terreno. 
Dopodiché, pulisci il fungo con il pennello e riponilo nella tua cesta. E buon appetito!

I consigli in più

  • Ricorda che è vietata la raccolta degli ovuli ancora chiusi o di funghi troppo piccoli, in quanto non hanno ancora rilasciato alcuna spora: raccogliendo funghi ancora non ben sviluppati sottrai una grande eredità al bosco.
  • Se non sei in grado di riconoscere i funghi velenosi, prima di mangiare quelli raccolti sottoponili a una persona che li conosca alla perfezione, per evitare brutte sorprese. Le tossine contenute nelle varietà non commestibili, infatti, possono avere effetti devastanti sull’organismo, scatenare intossicazioni e reazioni allergiche molto violente e nei casi più gravi indurre perfino la morte.
  • La ricerca dei funghi deve avvenire sempre nel rispetto della legge e dell’ambiente che ti circonda.

Ultime guide all'acquisto

Le Guide Popolari

  • Biciclette elettriche: 5 modelli per tutte le esigenze

  • Guida all'acquisto: le migliori tinte permanenti per capelli

  • Le migliori macchine per un caffè come fatto al bar: la nostra classifica

  • I migliori kit per il gel unghie in casa

  • Pedicure fai da te, tutti gli accessori per avere piedi perfetti senza l’aiuto dell’estetista

  • Le migliori videocamere di sorveglianza per interni

  • Telecamere per esterno: le migliori sul mercato

  • I migliori smartphone sul mercato


Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento