Telefonia e Wearable

Nokia 9 PureView: il primo smartphone con 5 fotocamere posteriori

Da Nokia un cellulare dall'innovativo comparto fotografico, acquistabile a 649 euro

Dopo le numerose indiscrezioni delle scorse settimane arriva finalmente sul mercato il Nokia 9 PureView, il primo smartphone con 5 fotocamere posteriori. Camere con ottiche Zeiss in grado di operare simultaneamente in HDR per restituire un’immagine finale da 12MP con un range dinamico fuori dal comune. Due sensori a colori e tre monocromatici che consentono di catturare fino a 10 volte la quantità di luce di un sensore standard da 12 megapixel ed in grado di realizzare foto con effetto sfocato di elevata qualità, regolabile sia prima che dopo lo scatto. Ricordiamo inoltre la scocca in allumino, il sensore laser di profondità ToF al posteriore e la possibilità di scattare anche in RAW, in formato DNG, per poi modificare l’immagine tramite Adobe Lightroom.

Di seguito le specifiche tecniche del Nokia 9 PureView:

- Schermo: 5,99” 18:9 QHD+ 2K pOLED HDR10 con lettore di impronte sotto il display 
- Processore: Qualcomm Snapdragon 845
- Memoria: 6 GB di Ram e 128 GB di storage
- Fotocamere posteriori: 2 fotocamere a colori e 3 monocromo, tutte da 12 megapixel
- Fotocamera frontale: 5 megapixel
- Connettività: Wifi ac, BT 5.0, GPS, NFC, USB-C
- Batteria: 3.320 mAh con ricarica rapida e ricarica wireless 
- Dimensioni: 155 x 75 x 8 mm
- Peso: 172 grammi
- Sistema Operativo: Android 9 Pie con Android One

Nokia 9 PureView è già disponibile nella colorazione Midnight Blue al prezzo di 649 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento