Asso di denari

Asso di denari

Cos’è il bail-in e quali sono le banche più rischiose per i correntisti

La protesta dei correntisti di Banca Etruria

Lo stato di salute della banca presso la quale si sono depositati i propri averi è ancor più importante dal primo gennaio, perché da quest’anno anche i correntisti (non tutti) rispondono coi propri risparmi depositati delle eventuali difficoltà della banca stessa. 

Il bail-in consente prelievi forzosi sui conti correnti ove siano depositati oltre100mila euro nel caso in cui la banca che gestisce quei conti sia in difficoltà e rischi il tracollo. In vigore dall’1 gennaio di quest’anno, la misura rende in qualche modo i correntisti simili agli azionisti, chiamandoli - solo però se hanno depositato oltre 100mila euro - a concorrere alla salvaguardia della banca stessa (anche se non hanno i guadagni degli azionisti da una gestione profittevole della banca). 

I correntisti oltre i 100mila euro concorrono a ripianare l’8% delle perdite della banca, non l’intero ammontare delle perdite ma la misura, già anticipata dal decreto salva-banche varato dal governo in Italia ha già provocato, secondo gli addetti ai lavori, spostamenti di depositi per 50 miliardi. Piuttosto che tenere 100mila euro su un conto corrente, infatti, è ovviamente meglio frazionare quella cifra su diversi conti correnti, evitando così di essere coinvolti nel bail-in.

Sono 15 le banche italiane che la Bce tiene sotto controllo, anche perché 9 tra loro nella simulazione di condizioni di difficoltà del mercato finanziario (stress test) hanno mostrato problemi a restare in piedi. Si tratta di:

    •    Banca Carige;
    •    Banca Monte dei Paschi di Siena;
    •    Banco Popolare;
    •    Banca Popolare dell’Emilia Romagna;
    •    Banca Popolare di Milano;
    •    Banca Popolare di Sondrio;
    •    Banca Popolare di Vicenza;
    •    Barclays Italia;
    •    Credito Emiliano;
    •    Iccrea Holding;
    •    Intesa Sanpaolo;
    •    Mediobanca;
    •    Unicredit;
    •    Unione di Banche Italiane;
    •    Veneto Banca

La Banca d’Italia a sua volta ha commissariato 16 banche per correggerne la rotta:

    •    Banca Popolare dell’Etruria
    •    Banca delle Marche
    •    Istituto per il credito sportivo
    •    Cassa di risparmio di Ferrara
    •    Cassa di risparmio di Loreto
    •    Cassa di risparmio di Chieti
    •    Banca popolare dell’Etna
    •    Banca popolare delle province calabre
    •    BCC Banca Romagna Cooperativa
    •    BCC Irpina
    •    BCC Banca Padovana
    •    Cassa rurale di Folgaria
    •    Credito Trevigiano
    •    Banca di Cascina
    •    Banca Brutia
    •    BCC di terra d’Otranto

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Ivo
    Ivo

    Fanno bene a fottervi tutto. Così imparate a spenderli prima i soldini invece di tenerli stretti stretti.

  • andate a vedere chi in parlamento l'ha votato e fortemente voluto... :-) .. grazie Renzi

Torna su
Today è in caricamento