Asso di denari

Asso di denari

Fallimento di Banca Etruria, Cassa Marche, Cariferrara e Carichieti: chi sarà risarcito

La protesta a Montecitorio dei correntisti

Come procedere al risarcimento degli obbligazionisti delle banche fallite? Chi risarcire? Chi chiamare a decidere delle istanze di risarcimento (Bankitalia, Authority anticorruzione)? Quanto risarcire e in che tempi e modi? I dubbi che il governo ha dovuto affrontare da quando a novembre sono fallite Etruria, Cassa Marche, Cariferrara e Carichieti sono stati finalmente risolti, dopo settimane di trattative estenuanti con il commissario europeo alla Concorrenza Margrethe Vestager.  

Saranno risarciti tutti i sottoscrittori di obbligazioni fino al limite dei 100mila euro, lo stesso ammontare entro il quale vengono tutelati dai fallimenti bancari tutti i conti correnti. Non potranno però chiedere il risarcimento coloro che non hanno comprato le obbligazioni direttamente dalle 4 banche in questione che le hanno emesse ma altrove, ad esempio sul mercato secondario.

Il ministero del Tesoro stima di cavarsela con 200 milioni circa a fronte di un valore delle obbligazioni, andato perso in seguito al fallimento di Etruria, Cassa Marche, Cariferrara e Carichieti, di 350 milioni di euro.  La somma di 200 milioni rappresenta comunque il doppio di quanto messo finora a disposizione con la legge di stabilità e occorrerà colmare il gap tra questa cifra e quella di cui l’apposito fondo di solidarietà era stato provvisto dalla legge di stabilità. 

Chi sia escluso dal risarcimento potrà comunque fare ricorso a un arbitro o al giudice ordinario, ove ritenga di essere stato vittima di una truffa e di avere gli estremi per dimostrarlo. I risarcimenti rappresentano una deroga alla regola del bail-in voluta dall’Europa ed in base alla quale dei debiti e dell’eventuale fallimento di una banca rispondono anche quanti hanno comperato azioni od obbligazioni di quella banca.  

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento