Asso di denari

Asso di denari

La casa pesa per oltre un terzo sulle spese delle famiglie italiane

La quattordicesima, per chi la prenderà, è già quasi interamente vincolata a spese inevitabili (tasse in primis). Ma quali sono i costi che le famiglie italiane affrontano per la vita di tutti i giorni? L’agenzia AdnKrnos ha provato a fare i conti, sulla base di rilevazioni Istat, per gli anni passati. Ecco cosa ne è venuto fuori.

Le famiglie spendono in media 2.499 euro al mese, il 36,1% per la casa, secondo dati di dossier dell'Istat (I consumi delle famiglie italiane e l'ultimo Rapporto annuale) elaborati dall’Adnkronos. In media le spese per la della casa impegnano 902 euro, 590 per i 'fitti figurativi' e 312 euro per pagare acqua, luce e gas. Rispetto al 2014, quando l'abitazione è costata in media 913 euro, si è registrato un calo dovuto ai risparmi sulle utenze (321 euro), mentre gli affitti sono rimasti stabili (592 euro).

La spesa alimentare è la seconda maggior voce d’uscita, con 442 euro (in calo rispetto ai 435 euro mensili del 2015). Giù anche la voce sanità a 105 euro (114 nel 2014). Crescono invece le uscite per i trasporti con 265 euro al mese (256 euro nel 2014), per vacanze e ristoranti con 122 euro (109 euro nel 2014). Restano stabili voci come l'abbigliamento con 115 euro (114 euro nel 2014); le comunicazioni con 62 euro (65 euro nel 2014) e l'istruzione con 15 euro per entrambi gli anni.

In un anno le uscite sono aumentate di 134 euro, pari a 11 euro al mese e 36 centesimi al giorno. Nell’arco di 2 anni l'incremento è stato di 28 euro, cioè meno di un euro al giorno. Le ultime rilevazioni disponibili, relative al 2015, mostrano una differenza di circa 1000 euro tra Nord Italia e Isole: nel Nord-ovest le uscite nel 2015 sono ammontate a 2.836 euro, nel Nord-est a 2.757 euro, nelle Isole a 1.892 euro. La spesa media delle famiglie al centro è arrivata a 2.600 euro mentre al Sud a 2.019 euro.

Le uscite sono aumentate di più nel Nord-ovest che nel resto d’Italia: a fronte del maggior esborso di 37 euro di media per lombardi, piemontesi, liguri e valdostani, nel Sud l’aumento delle uscite è stato di 21 euro e nelle Isole di 17.  Nel Nord-est e al Centro le uscite sono diminuite, di 18 e 8 euro rispettivamente. 
 

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento