Asso di denari

Asso di denari

L’auto nuova? Si cerca online, soprattutto con lo smartphone

Immagine di repertorio Askanews

L'auto nuova si cerca sempre più online, e nella ricerca lo smartphone batte il pc. Lo dice una ricerca di AutoScout24, la più grande piattaforma classified automotive online d’Europa.

Chi cerca auto online usa nel 65% dei casi lo smartphone e nel 35% il personal computer e attraverso questi device si mette poi in contatto per mail o telefono col concessionario. E il trend è in costante in crescita: a gennaio tali contatti (email e telefonate) hanno registrato un aumento del 50% rispetto allo stesso periodo del 2015.

La presa di contatto dipende dal tipo di ricerca online: chi usa lo smartphone invia mail o telefonate soprattutto tra le 20 e le 22 e, in misura minore, tra le 12 e le 13 (orario che spesso è quello delle pausa pranzo) dei giorni feriali. Chi naviga attraverso il pc, sembra invece concentrare le proprie ricerche fra le 17 e le 18, ma una buona fetta si concentra anche nella fascia compresa fra le 11 e le 12.

Nel week-end ricerche e contatti avvengono in orari diversi: il sabato il picco della richiesta di informazioni si raggiunge dai dispositivi mobili intorno alle 19, poi vi è un forte calo, legato con molta probabilità al fatto che si va fuori per cena e/o cinema o per stare con amici. Un'altra altissima concentrazione di richieste si registra alle 14, subito dopo, o probabilmente durante il pranzo, vista l'abitudine molto diffusa di utilizzare lo smartphone a tavola. La domenica, invece, la maggior parte dei contatti si registra alle 12 e soprattutto alle 21, un po' come avviene nel corso della settimana lavorativa. Chi preferisce il pc, invece, il sabato decide di collegarsi e richiedere informazioni in particolare alle 11, a differenza di quanto accade con il cellulare, e soprattutto alle 19, mentre la domenica dalle 18 alle 21.

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento