Asso di denari

Asso di denari

Le donne sono più brave a fare impresa

Notizia ferale per chi teme la crisi del maschio nella società contemporanea: stando al Rapporto “Donne al lavoro, la scelta di fare impresa” per il biennio compreso 2014-2016, le donne sono più brave a fare impresa.

Le imprese guidate da donne sono aumentate dell’1,5% contro lo 0,5% di tutte le altre secondo i dati di Confcooperative e Censis. In totale, sulle 6 milioni e 74 mila imprese presenti su tutto il territorio nazionale, ben 1 milione e 332 mila (pari al 21,8% del totale) è guidato da donne.

Le donne sono più abili a fare impresa in forma cooperativa: le imprese nate dal sodalizio di più donne imprenditric: tra il 2014 e il 2016, sono aumentate del 4,1%, raggiungendo il 22,1% del totale nazionale.

Le imprese ‘rosa’ sono aumentate soprattutto al Centro e al Sud (+2% e +1,8% rispettivamente), meno al Nord (+1%). Gli aumenti più significativi si sono registrati in Calabria e nel Lazio (+3,1%), mentre il Piemonte, la Valle d’Aosta, il Friuli Venezia Giulia, la Liguria e le Marche hanno fatto registrare una diminuzione del numero delle imprese femminili. Il 23,7% delle imprese guidate da donne, pari a 476mila unità, si trova nel Mezzogiorno.

La maggior quota di imprese femminili si trova a Reggio Calabria, dove sono il 24,2%, si trova a Reggio Calabria, e a seguire a Catania (23,6%), Palermo (23,4%), Messina (23%) e Cagliari (22,5%). A Roma sono in piena attività ben 100mila imprese femminili, a Milano 60mila).

Le donne imprenditrici operano in servizi, energia e costruzioni, con tassi di crescita delle imprese rosa sul totale del settore pari al 2% per i servizi e al 2,6% per gli altri 2 ambiti.

Sono femminili 918 delle 6,880 start-up innovative del primo trimestre del 2017; il 13,3% di tutte le aziende italiane che hanno scelto di investire sull’innovazione è guidato da una o più donne. Che si sono specializzate nella produzione di software, nella consulenza informatica, nella ricerca e nello sviluppo e nei servizi ICT.  

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento