Asso di denari

Asso di denari

L’Italia è il Paese più generoso dell’Ocse nel distribuire pensioni di reversibilità

Foto repertorio Ansa

Il Pension Outlook dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo rileva che l’Italia è il Paese che spende di più tra i 35 maggiormente sviluppati (i membri della stessa Ocse) per le pensioni di reversibilità, quelle cioè destinate a chi è sopravvissuto al/alla coniuge titolare della pensione stessa (il beneficiario che subentra percepisce il 60% di quanto riconosciuto all’avente diritto deceduto/a). Le pensioni di reversibilità in Italia pesano per il 2,6% del Pil, esattamente quanto in Grecia (2,6%), prima a pari merito, e un po’ più che in Spagna (2,3%). Appena fuori dal podio si colloca la Danimarca, dove però il 2% di Pil assorbito dalle pensioni di reversibilità grava su un sistema al 100% privato (diametralmente opposto a quello dell’Italia).

Le pensioni di invalidità costano quasi 42 miliardi, un sesto della spesa pensionistica totale italiana (che ammonta nel complesso al 15,2% del Pil), cioè circa il doppio della media dell’Ocse. Percepiscono pensioni di reversibilità 4,4 milioni di italiani, ai quali la reversibilità viene riconosciuta a prescindere dall’età (negli Usa è riconosciuta solo se la persona che subentra nell’erogazione ha almeno 60 anni, in Lituania se ha a sua volta l’età pensionabile, in quel Paese fissata a 63 anni).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Italia ha anche la più alta aliquota dell’Ocse di contributi obbligatori al sistema pensionistico: 33% contro il 31% dell’Ungheria (seconda) e, via via, il 28% della Spagna, il 25,4% della Francia e il 18,7% della Germania. Il reddito dei pensionati italiani è pari all’83% del reddito in età di lavoro ed è il terzo più alto dell’Ocse, dopo Danimarca (86,4%) e Olanda (96,9%), dove però gli schemi pensionistici obbligatori privati sono predominanti rispetto a quello pubblici (71,6% contro 14,8% e 68,2% contro 28,7% rispettivamente) nel fornire sostentamento ai pensionati. Tassi di sostituzione di sistemi pensionistici pubblici analoghi a quelli italiani, ma inferiori, si registrano in Austria (78,4%), Lussemburgo (77%) e Portogallo (74%).
 
 

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Video del giorno
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento