Asso di denari

Asso di denari

Risparmi, come investire i propri soldi

Nuovo massimo storico per il patrimonio complessivo raccolto dagli operatori del risparmio gestito, secondo quanto riferisce Assogestioni. A spingere verso il nuovo record è stata la raccolta di agosto pari a 6,2 miliardi di euro (3,7 confluiti nelle gestioni collettive e 2,4 in quelle di portafoglio).

A fine agosto il risparmio gestito ha toccato quota 1.910 miliardi, con oltre 991 miliardi investiti in gestioni di portafoglio e 918 miliardi in gestioni collettive.

Fondi bilanciati e monetari gestiscono 71,2 e 33,8 miliardi rispettivamente; gli incrementi sono stati dell’8,2% per i primi e del 3,9% per i secondi). I fondi aperti guidano la raccolta con +3,7 miliardi, sulla spinta degli obbligazionari (+2,4 miliardi dopo +1,4 mld a luglio) e dei flessibili (+1,4 miliardi dopo +1,2). 

A ispirare più fiducia, ad agosto, è stato il gruppo Intesa Sanpaolo che ha raccolto 1.619,4 milioni di euro (Eurizon Capital +1.213,1 milioni, Fideuram 406,3 milioni). Seguono JpMorgan Asset Management (+513 milioni), il gruppo Bnp Paribas (+440,8), Fondaco (+428,8), Credit Suisse (+359,4), Poste Italiane (+390,3), Amundi (+366,4), il gruppo Mediolanum (+349,3), il gruppo Ubi Banca (+285,3) e Anima Holding (+278,5 milioni). A registrare i maggiori deflussi nel mese di agosto sono stati invece il gruppo Generali (-236,4 milioni), Franklin Templeton Investments (-132,5) e il gruppo Veneto Banca (-53,2). 

In assoluto, a gestire più risparmio è il Gruppo Generali, con 472,952 miliardi di euro. Sul podio ci sono anche il gruppo Intesa Sanpaolo, secondo con 366,922 miliardi di euro (278,9 Eurizon Capital e 87,9 Fideuram) e Pioneer Investments, terzo con 145,2 miliardi di euro. Seguono Poste Italiane (76,1 miliardi), Anima Holding (71,6 miliardi), BlackRock Investment Management (66,2 miliardi), gruppo Ubi Banca (50,1 miliardi), Allianz (48 miliardi), gruppo Mediolanum (42,89 miliardi) e Amundi Group (42,80).

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento