Asso di denari

Asso di denari

Spese scolastiche detraibili, ma il 41% degli italiani non lo sa

Foto di repertorio

Gli italiani con figli a scuola mettono in conto di dover tagliare altre spese per sostenere i costi dell’istruzione dei figli, ma ignorano che su quelle stesse spese possono avvalersi della detrazione riconosciuta dal fisco.

Le spese per la scuola dei figli sono detraibili al 19%, fino a un massimo di 786 euro. La detrazione si applica per ogni ordine e grado di scuola frequentata dai figli.

La detrazione interessa 8 milioni di studenti ma il 41% delle famiglie la ignora, secondo un sondaggio realizzato dal nuovo Osservatorio mensile di Findomestic in collaborazione con Doxa, e l’8% sceglie consapevolmente di non approfittarne o non conserva gli scontrini.

Il 17% degli italiani utilizza iniziative aziendali per la scuola, il 46% vorrebbe avere simili forme di welfare aziendale ma ne è privo. Il 13% non se ne avvale anche se può disporne e il 5% preferirebbe forme di welfare aziendale di diverso tipo piuttosto che rivolte all’istruzione dei figli (le percentuali sono riferite al campione su cui è stato realizzato il sondaggio). 

Gli italiani che comprano libri di testo usati sono calati al 59% contro il 73% rilevato nel 2017, mentre resta sostanzialmente invariata la percentuale di quanti cercano su Internet libri e accessori scolastici (74%). Libri/dizionari e accessori di cancelleria si confermano le voci di spesa scolastica che più incidono sul bilancio familiare. 

Libri e dizionari rappresentano l’esborso maggiore per il 65% degli intervistati con figli in età scolare (dato in calo rispetto al 2017 quando aveva raggiunto il 70%). Seguono cancelleria (43% in crescita rispetto al 36% dello scorso anno e su valori analoghi a quelli del 2016) e  trasporti (20%, in calo rispetto al 26% rilevato negli ultimi 2 anni). 

Gli italiani con figli a scuola prevedono di risparmiare sul tempo libero, sulle spese legate alla casa (manutenzione, mobili), sugli elettrodomestici e sul versante informatica/telefonia. Per la scuola, secondo il sondaggio in media gli italiani pensano di spendere il 6,5% in meno rispetto allo scorso anno per la scuola dei figli: 611 euro contro i 654 del 2017. Nel Nord Ovest si stimano spese per 698 euro contro i 540 dell'Italia meridionale e insulare. Le famiglie con un solo figlio spendono in media 458 euro, quelle con 2 o più figli 686.

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento