FotoGrammi

FotoGrammi

Removed di Eric Pickersgill, come sarebbe il mondo senza cellulari

Michelle e Jimmy © Eric Pickersgill

Una famiglia, composta da padre, madre e due figlie, è seduta alla caffetteria Illium a Troy, New York. Eric Pickersgill è seduto vicino a loro e li osserva. Vede che non parlano molto. Il padre e le due figlie hanno i loro telefoni in mano. La mamma guarda fuori dalla finestra, triste e sola, anche se è in compagnia della sua famiglia. Il papà ogni tanto condivide qualche informazione che ha trovato on-line ma nessuno commenta le sue affermazioni. E' da questa visione che prende il via il progetto fotografico Removed, un insieme di scatti che mostrano scene di vita quotidiana senza smartphone nell'era degli smartphone. I dispositivi erano presenti nelle foto ma sono stati rimossi ma i grandi ritratti mostrano individui con lo sguardo e la postura di chi ha qualcosa in mano. Il risultato è agghiacciante. Lo è perchè ognuno di noi si rivede in quelle scene e situazioni. 

Sono addolorato per l'uso della tecnologia, per l'interazione che ci priva di un'altra interazione. Questo non è mai accaduto prima e dubito che abbiamo scalfito la superficie dell'impatto sociale di questa nuova esperienza. E 'stato uno di quei momenti in cui si vede qualcosa di così incredibilmente comune che ci si spaventa per ciò che sta accadendo, ed è impossibile da dimenticare. Vedo questa famiglia al supermercato, in aula, sul lato della strada e nel mio letto mentre mi addormento accanto a mia moglie. Ci riposiamo ognuno nel proprio lato coccolando i nostri piccoli, freddi, dispositivi luminosi ogni notte

"Grazie agli smartphone le persone che vivono in luoghi lontani si sentono più vicine che mai. Nonostante gli evidenti benefici che questi progressi tecnologici hanno portato per la società, le implicazioni sociali e fisiche si stanno lentamente rivelando e non sono da sottovalutare", spiega il fotografo. Come dare torto a Eric? Quante volte abbiamo giocato, chattato o fatto altre azioni con il nostro telefono quando avremmo potuto parlare con la persona che avevamo accanto o semplicemente avremmo potuto guardarci intorno e ammmirare il panorama? La tecnologia ha tantissimi vantaggi; ha accorciato le distanze e ci ha dato un'infinità di possibilità che prima non avevamo, sia a livello personale che professionale. Non è quindi il mezzo il problema. Siamo noi esseri umani che dobbiamo imparare ad usarlo con moderazione. Facile a dirsi, più complicato da mettere in pratica. Il progetto fotografico di Eric Pickersgill mostra attraverso le immagini un mondo dove l'alienazione ha avuto la meglio. Lo sguardo dei soggetti è altrove e risulta quindi vuoto. Forse non farà cambiare le nostre abitudini domani ma, quanto meno, farà riflettere su quello che sta succedendo alla società.

FotoGrammi

" Una foto, se fatta bene, vale più di mille parole. Racconta i fatti, i luoghi e le persone ma anche qualcosa di chi sta dietro l'obiettivo. E' lui a scegliere il punto di vista, cosa mettere a fuoco e il momento in cui scattare. Come diceva Goethe: ""L'occhio vede ciò che la mente conosce"". Questo spazio vuole essere un museo virtuale in divenire dove i fotografi che hanno fatto la storia vanno a braccetto con quelli emergenti, un'agorà sulla fotografia, un aggregatore di news su questo interessantissimo mondo "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento