Nel nome del Padre

Nel nome del Padre

"Christian art" - Musica, libri e film: ecco la nuova generazione dei "soldati di Gesù"

Da sinistra in alto: Mienmiuaif, Debora Vezzani, Michele Pavanello. In basso: Edoardo Dantona, Emanuele Marziani , Francesca dei Reale, Lorenzo Belluscio e Alessandro dei Reale (foto: Facebook)

Sono giovani, carini e soprattutto cristiani: è il nuovo che avanza, un esercito di ragazzi pronti a testimoniare quanto Cristo abbia cambiato le loro vite. Sono i nuovi apostoli pronti a chiamare alla fede le nuove generazioni attraverso il loro linguaggio: la musica, i libri, il web. Una missione non facile in questo mondo, ma la regia delle loro vite è quanto di meglio potessero avere.

DEBORA E I REALE. Ci sono i navigati Reale, reduci da un successo meritato con “Serpenti e colombe” che li ha inseriti nella top 100 degli album più scaricati in Italia: non stiamo parlando, però, della categoria 'musica cristiana' ma di quella generale che li vede davanti ad artisti più blasonati come Jovanotti e Tiziano Ferro. Un buon segno del Cielo per un album energico e meraviglioso che tutti dovrebbero avere nella propria collezione. Poi c’è la bravissima Debora Vezzani che instancabile porta il suo “Come un prodigio” tour in Italia e in Europa: la sua musica, il suo legame con la Madonna, i suoi valori. Debora è ormai un patrimonio della musica italiana.

GRANDI PROMESSE. Il 30 settembre, invece, in contemporanea, ci sarà l’uscita di ben due nuovi album: “Il Cielo è dentro noi” di Lorenzo Belluscio e “Vento caldo” di Michele Pavanello. Il talentuoso Lorenzo quest’anno ha avuto la possibilità di esibirsi alla Giornata mondiale della Gioventù in Polonia: “Un’emozione grande, una cosa bellissima” ci ha confidato. La sua compilation contiene sette inediti i cui testi sono firmati interamente da lui e la musica da Damiano Ferrari. Un lavoro più maturo rispetto ai precedenti con generi che vanno dal rock, al pop fino alla dance. Ci ha raccontato: “Senti che nel fare questo lavoro Qualcuno ti aiuta dall’alto. Pensa che per completare la canzone “Da quando ci sei Tu” ho trovato l’ispirazione alzando gli occhi dal mio foglio: avevo davanti un santino con la frase ‘Ho dato la mia vita per te’. Beh era perfetta per concludere il mio pezzo!”. L’album si troverà dal 30 settembre sul sito di Lorenzo (lorenzobelluscio.com) e dal 5-6 ottobre in tutte le librerie religiose d'Italia. In contemporanea, dicevamo, uscirà anche il nuovo ep di Michele Pavanello, interamente autoprodotto. Cinque brani rock e blues per dare voce ad un profondo messaggio: non dobbiamo vivere rassegnati, né indignarci per le ingiustizie del mondo, ma sporcarci le mani per cambiare le cose. Una voce speciale, basta ascoltare il singolo di lancio “La luce siamo noi” per innamorarsene e a giudicare dalla classifica di Cecilia in moltissimi l'hanno già fatto: è già prima, infatti, nella top 20 della settimana.

NON SOLO MUSICA. Ma non c’è solo la musica. Prendete i “Mienmiuaif”: Giuseppe e Anita sono due ragazzi, marito e moglie, che stanno portando avanti un progetto cristiano a tutto tondo fatto anche di canzoni certo, (roba buona, punk da “salotto”, come dicono loro, con voce mozzafiato), ma completato anche da un blog "irriverente" e da una collana di libri surreale e spettacolare intitolata Uomovivo e incentrata su “uomorismo, vita di coppia, Dio”. “Lettere a una moglie” è la dedica che lui fa a lei, una raccolta da ridere, riflettere, amare. Il tutto con la supervisione “straordinaria” di un certo Gilbert Keith Chesterton, grande scrittore cattolico dell'Otto-Novecento e con sponsor d’eccezione come Costanza Miriano e gli organizzatori del Family day che si sono invaghiti dei due artisti facendoli esplodere sul web. Un ottimo biglietto da visita arriva anche da un altro giovane scrittore che ha sposato la causa Uomovivo, Edoardo Dantonia: 24 anni, pochi giorni fa è uscito il suo “Rivolta alla locanda” un manoscritto che è un "religion western", condito con un po’ di sana ironia e di folle amore. Edoardo ha sempre voluto essere uno scrittore, aveva solo bisogno di qualcuno che credesse in lui. Così il Cielo, che conosceva da tempo il suo desiderio, ha fatto di tutto per farglielo realizzare e confessa: "Per me è stata una grande soddisfazione vedere il mio nome su un libro". La dedica, poi, è di quelle speciali: "Devo tutto a Dio". 

FILM. Infine segnaliamo anche un progetto ambizioso in onore della Gospa: è in lavorazione un film su Medjugorje. Il regista è Simone Visentini, convertito dopo un pellegrinaggio nel paesino della Bosnia-Erzegovina, e l’attore principale è Emanuele Marzani. Giovanissimo, fin da piccolo sognava di poter entrare nel mondo del cinema. Un sogno che si è avverato con una chiamata, quella della Mamma celeste, che lo ha voluto per il primo film su quel luogo speciale. La pellicola si intitolerà “In fondo alla salita”

"ESERCITO DI GESU' ". Per tutti loro, e per tantissimi altri che hanno seguito questa strada, un comune denominatore: essere parte di quella generazione che è "l’esercito di Gesù", giovani che scelgono di abbandonare la vita comoda ed effimera per salire quel monte che porta al Cielo. Con la forza dei talenti che il Signore ha dato loro si mettono in gioco per difendere ed inseguire i loro valori, per difendere ed inseguire Gesù. Il riscatto dell’attuale mondo, perso alla ricerca del nulla, passa anche dalle loro vite, per formare la “resistenza di Cristo” e sconfiggere così i dèmoni del nostro tempo.

Gli articoli li trovate anche sulla pagina Facebook "Blog - Nel nome del Padre".