Orizzonte verde

Orizzonte verde

Viaggi: italiani sempre più innamorati dell'ecoturismo

Bmt (Foto N.Clemente)

Gli italiani stanno diventando sempre più ecoresponsabili quando viaggiano, come emerso dall'ultimo rapporto "Italiani, turismo sostenibile e ecoturismo", presentato oggi alla Mostra D'Oltremare di Napoli, in occasione della Borsa Mediterranea del Turismo (BMT).

La ricerca promossa da Fondazione UniVerde e IPR Marketing, in collaborazione con l’Osservatorio Giovani dell’Università di Napoli Federico II e con la mediapartnership di AmbienteQuotidiano.it, era rivolta ad un campione di 1000 individui rappresentativi della popolazione italiana per sesso età e area di residenza. Dal focus in particolare sul sud Italia è emerso come un giovane su due serbi una sensibilità ambientale legata al turismo in forte crescita e una consapevolezza dei danni che potrebbe creare per la natura.

I maggiori danni arrecati dal turismo sono indubbiamente la cementificazione per il 49% del campione, ma per i giovani e i residenti al sud l’inquinamento viene indicato come responsabile di quote superiori alla media (25 e 23% rispetto al dato medio del 15%). Il turismo sostenibile è ritenuto dagli italiani “vicino alla natura, naturale” soprattutto per i giovani, mentre gli over 54 gli associano l’etichetta di “eticamente corretto” (45%). Si è consolidata nel tempo anche l’idea di convenienza economica legata ai temi della sostenibilità in ambito turistico: i vincoli dettati dal rispetto dell’ambiente sono ritenuti oggi dall’assoluta maggioranza degli intervistati un’opportunità di crescita per lo sviluppo turistico di un territorio più che una necessità dettata dalla sua salvaguardia (48% rispetto al 41%). Anche in questo caso sono i giovani il target che fa da traino: è il 55% infatti a definire i vincoli ambientali un’opportunità di crescita per un territorio. La sensibilità e la consapevolezza trova un tangibile riscontro anche sul piano delle scelte.

Quando pianifica un soggiorno turistico il 53% degli italiani si pone il problema di fare scelte che non danneggino l’ambiente. Si tratta di una quota che tra i 18-34enni è significativamente più alta della media (raggiunge il 64%), confermando il cambio di atteggiamento nelle generazioni più giovani. In tempi di crisi è da notare che un 45%, nello scegliere la propria meta di vacanza, sarebbe disponibile a pagare anche fino al 20% in più se avesse garanzie per il rispetto dell’ambiente. Si tratta in questo caso però soprattutto degli over 54 (54%), target che rispetto ai giovani dispone anche di una capacità di spesa maggiore. Nel pianificare un soggiorno gli italiani preferiscono in misura crescente rispetto al passato bed and breakfast e gli agriturismi, con una preferenza per i luoghi in cui è possibile mangiare prodotti biologici o a km 0. All'incontro erano presenti tra gli altri Enrica Amaturo, Direttrice del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università di Napoli Federico II, Antonio Noto, Direttore IPR Marketing; Pasquale Sommese, Assessore al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Campania e Alfonso Pecoraro Scanio, già Ministro dell’Ambiente e docente presso l’Università di Milano Bicocca e Lello Savonardo, Coordinatore scientifico dell’Osservatorio Giovani, Università di Napoli Federico II.

Per Alfonso Pecoraro Scanio, docente di turismo e sostenibilità alle università di Milano Bicocca e Roma Tor Vergata, presidente della Fondazione UniVerde: "Per Napoli e per la Campania è strategico progettare un'offerta che valorizzi le nostre coste, le isole, i monti e i fiumi della Campania. Le biodiversità sono un ricchezza che deve aggiungersi a Pompei e alla Reggia di Caserta, alla pizza, alla mozzarella, ai vini e agli olii dop. È necessario valorizzare le nostre bellezze in modo sostenibile, nel rispetto dell'ambiente, della tradizioni e delle comunità locali. Come è stato efficacemente osservato una Terra Felix e non una Terra dei Fuochi".

Orizzonte verde

" Ogni giorno siamo invasi da una mole infinita di informazioni e avvenimenti nefasti veicolati dai media, che incidono negativamente sul nostro umore, lasciando trasparire solamente una visione parziale di ciò che accade intorno a noi. Con ""Orizzonte Verde"" intendo dare spazio, invece, alle ""buone notizie"" e alle ""best practice"" dello sviluppo ecosostenibile, al fine di valorizzare idee, innovazioni e iniziative positive provenienti dal mondo green "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento