Sesso e dintorni, il dottore risponde

Sesso e dintorni, il dottore risponde

Fimosi del pene: come riconoscerla e cosa fare

Succede spesso che molti ragazzi in un'età che può essere pre e post adolescenziale, oppure uomini adulti, presentino una fimosi più o meno accentuata. Con il termine fimosi si identifica un restringimento del prepuzio, situazione quindi in cui non è possibile far scendere la pelle del prepuzio al di sotto del glande. La fimosi può essere congenita, e quindi ereditata dai propri genitori, o acquisita, conseguente quindi a fenomeni  infiammatori o infettivi. Questo problema, che inizialmente può essere esclusivamente estetico, in un secondo tempo può diventare un problema anche di tipo funzionale per il fastidio che può creare durante l’erezione e quindi anche nelle prime esperienze sessuali del giovane, con possibili ripercussioni sessuologiche.

Una complicanza importante è la parafimosi, situazione in cui si viene a creare al di sotto del glande un anello di pelle serrato ed edematoso che richiede spesso un intervento di risoluzione presso un pronto soccorso. Conosciamo forme di fimosi serrata in cui il prepuzio non riesce assolutamente a essere abbassato sul glande e delle forme più lievi in cui invece l’abbassamento della pelle è possibile ma diventa invece più complicata in erezione. Nelle forme serrate è impossibile abbassare il prepuzio anche con il pene a riposo, talvolta addirittura con difficoltà urinarie. E’ indispensabile quindi che i genitori e il pediatra seguano l’evoluzione dello sviluppo sessuale del proprio figlio ricordando che nei bambini piccoli al di sotto dei 2 anni è normale che non vi sia una facilità nella retrazione del prepuzio e che questo fenomeno si risolve di solito spontaneamente intorno ai 7-8 anni, mentre in altri casi tende a risolversi nel momento in cui iniziano i primi rapporti sessuali, che possono anche agevolare la discesa della pelle.

Nei casi in cui questo non avviene, l’intervento risolutivo per una fimosi rimane a tutt’oggi l’intervento di circoncisione, intervento di facile esecuzione che permette quindi di lasciare scoperto completamente il glande permettendo una normale igiene e nello stesso tempo annullando quelli che possono essere i problemi nell'erezione e nel rapporto sessuale.

Sesso e dintorni, il dottore risponde

Il Dottor Andrea Militello è specialista Andrologo e Urologo. Perfezionato in ecografia urologica e andrologica, esperto in urodinamica, docente presso l’Università Federiciana in scienze urologiche e revisore delle riviste internazionali Central European Journal of Urology e Hormone and Metabolic Research Journal. Vincitore nel 2014 del Doctoralia Awards e nel 2018 del premio MioDottore Awards quale andrologo urologo più apprezzato in Italia. È perfezionato in chirurgia ricostruttiva implantologica protesica in andrologia e in seminologia con particolare riguardo alla fisiopatologia della riproduzione umana. Svolge attività chirurgica ma dedica anche molto tempo e passione all’attività ambulatoriale avendo alle spalle oltre 60.000 visite eseguite presso le città di Roma, Viterbo, Avezzano e Cosenza. Attivo per passione sul Web. www.andrologiamilitello.it

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento