Il vischio: il simbolo di Natale tra leggende e benefici

Il vischio è il simbolo del Natale, presente in numerose case come decorazione, porta con sè leggende e benefici. Vediamo come coltivarlo

Manca poco a Natale e siamo indaffarati tra regali e soprattutto decorazioni. Alberi, ghirlande e luci sono pronte a colorare la nostra casa.

Le piante poi hanno un ruolo centrale sia come pensiero per gli appassionati di giardinaggio sia come addobbi naturali.

Tra queste c’è il vischio. Come ogni pianta utilizzata in questo periodo, è entrata a far parte della tradizione grazie a leggende. Il periodo della fioritura, inoltre, fa si che riescano ad esprimere il massimo della bellezza in questo periodo, con colori vividi. Il verde e il rosso, caratteristici della pianta sono completati da un piacevole aroma che rende magico il periodo di Natale.

Vediamo le origini e come coltivare una delle piante simbolo del Natale.

Aspetto del vischio 

Il vischio è un sempreverde, che cresce come parassita su alcuni alberi come: pioppi, querce, olmi, noci, ma anche sul pino come quello silvestre e montano. 

La pianta è caratterizzata da foglie lunghe, dure e frastagliate. I fiori gialli si aggiungono alle bacche tonde bianche con l'interno gelatinoso, tossico per l’uomo. 

Anche se esiste quello selvatico, generalmente viene coltivato a scopo ornamentale perché nel periodo invernale quando la natura è in letargo, le foglie verdi, brillanti e lucide sono perfette per le decorazioni natalizie.

Leggende sul vischio

Sul vischio ci sono diverse leggende tutte di origini scandinave, perchè i druidi lo usavano per infusi e medicamenti. Era una delle poche piante che riusciva a combattere le epidemie che in quel periodo colpivano la popolazione della zona. 

Il vischio è il simbolo della fortuna e probabilmente questo aspetto deriva dalla figura della divinità norvegese Balder, che morì dopo essere stato colpito da alcuni rami di vischio. Per onorare la sua memoria i druidi bruciavano alcuni rami della pianta poco prima del solstizio d’estate, per invocare la prosperità, il benessere e allontanare la sfortuna.

Proprio per questo durante il periodo natalizio, che segna la fine del vecchio e l'inizio del nuovo anno, è tra gli addobbi più usati per proteggere la casa e noi stessi da eventuali sfortune e augurare gioia e fertilità. 

Sempre secondo tradizione se due innamorati si baciano sotto un ramoscello allontaneranno problemi e difficoltà. 

Come coltivarlo

Se avete voglia di riempire casa di fortuna e benessere tramite il vischio, potete provare a coltivarlo per averlo sempre a disposizione.

La prima cosa da fare è prendere le bacche sane e lasciarle seccare in un luogo fresco e asciutto. Come detto precedentemente, il vischio è una pianta parassita, quindi dobbiamo scegliere bene dove vogliamo farla attecchire

Il melo e il pero sono i migliori, ma anche piante come le conifere vanno bene. Con un coltellino praticate un’incisione abbastanza profonda sulla corteccia di un ramo per inserire la bacca. Per ottenere un ottimo risultato scegliete un ramo robusto che si trova nella parte medio-alta della chioma.

A questo punto inserite un paio di semi in ogni incisione per essere sicuri che almeno uno attecchisca. Il risultato non è immediato, si deve aspettare un paio di anni.

In questo periodo dovete avere particolare cura della pianta parassitata, che deve essere in buona salute nel corso della germinazione del vischio. 

Se avete scelto di acquistarlo e volete che la pianta duri a lungo, per avere una decorazione verde e brillante durante tutto il periodo natalizio, dovete posizionare la chioma a testa in giù legata con un cordino. 

In questo periodo le bacche potrebbero cadere, quindi fate attenzione a raccoglierle subito, perchè non solo sono appiccicose, ma possono essere pericolose se in casa ci sono bambini o animali che inavvertitamente potrebbero mangiarle.

Prodotti online per coltivare il vischio

Vischio vero

Albero di melo

Albero di pero

Coltellino multiuso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La veranda, una stanza in più da sfruttare nelle case piccole

  • Come rendere il terrazzo impermeabile e resistente

  • I consigli per avere piante sane con i termosifoni in azione

  • Arredare la mansarda: consigli e idee

  • I metodi per eliminare il calcare dal bagno

Torna su
Today è in caricamento