Muore in una roulotte a Santo Stefano, anonimo benefattore paga il funerale

Per giorni la salma era rimasta nel cimitero perché nessuno aveva pagato le esequie

Un misterioso benefattore si è offerto di far celebrare a sue spese il funerale di uno sconosciuto, la cui salma era rimasta per diversi giorni nella camera funebre del cimitero perché ancora nessuno aveva pagato le esequie. 

E' successo a Brugherio, dove un 49enne è morto dopo essersi sentito male mentre festeggiava con alcuni amici la mattina del 26 dicembre. L'uomo aveva avuto un malore all'interno di una roulotte-abitazione in un campo di via San Maurizio al Lambro, dove aveva trascorso la notte dopo i festeggiamenti. 

La salma  era rimasta per diversi giorni nella camera funebre del cimitero della città brianzola, finchè a chiedere spiegazioni su quella anomala permanenza è stato un uomo che, dopo essersi informato, pur non conoscendo il 49enne e non essendo nemmeno un amico di famiglia, ha deciso di far avere alla salma una degna sepoltura. Così ha disposto tutto per l'organizzazione del funerale celebrato a sue spese. 

La notizia su MonzaToday

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Persona splendida.

Notizie di oggi

  • Politica

    Governo, tra polemiche e scaramucce inizia la "fase due"

  • Cronaca

    "Nozioni comuniste in classe", maestra sospesa si difende: "Ho solo letto Anna Frank"

  • Economia

    Google "rompe" con Huawei: che cosa succede agli smartphone Android

  • Cronaca

    Selfie estremi, 259 vittime in 6 anni: 7 su 10 hanno meno di 30 anni

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Meteo, ecco il caldo (e sarà rovente): c'è la data

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

Torna su
Today è in caricamento