homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-store

Perde il figlio e dona gli organi: "Voglio abbracciare chi vive grazie a lui"

Francesca, madre di un 18enne che ha perso la vita due anni fa, ha affidato a Facebook il proprio appello: "Vorrei vedervi tutti felici"

VENEZIA - Francesca Marsilli è una mamma che di fronte al dolore di una perdita ha avuto la forza di donare nuova vita. E ora che il proprio figlio non c'è più da più di due anni, vorrebbe abbracciare coloro che con la sua morte hanno potuto vivere.

E' la storia dell'ultimo atto di generosità di Giovanni, un 18enne residente in una frazione di Mirano (Venezia) che nei primi giorni di novembre di due anni fa morì in un letto di Rianimazione, nonostante le preghiere dei suoi familiari e dei suoi compagni di classe, che per ore non si sono mossi da lì sperando in un miracolo.

"Sono una mamma che ha perso suo figlio e che sicura di fare del bene ha donato più organi, tra cui reni, fegato, polmoni, bulbi oculari, tessuti, valvole cardiache - scrive Francesca sul proprio profilo Facebook - So che la legge non mi permette di conoscere i nomi dei trapiantati, ma se proprio voi mi leggete o qualcuno conosce dei trapiantati nella prima mattina del 1 novembre 2013 vi chiedo, solo se avete piacere, di potervi abbracciare solo per una volta".

Parole che lasciano il segno, di una mamma che non vuole che il ricordo del figlio si perda con il lento fluire del tempo. In tanti si sono immedesimati in parole pregne di dolore che stanno facendo il giro della Rete, nella speranza che l'appello lanciato da Francesca possa contraddistinguersi, almeno in parte, per un lieto fine: "Gli organi sono stati trapiantati all'ospedale di Padova, mezzo fegato a Bergamo, i tessuti sono andati alla banca di tessuti di Treviso e i suoi meravigliosi occhi alla banca di Mestre. Non voglio nulla - conclude - solo poter vedere la vita per qualche persona fortunata e spero tanto felice. Vi abbraccio comunque anche se non vorrete incontrarmi e vi auguro ogni bene possibile". (da VeneziaToday)
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Un bacio mamma Francesca che il tuo desiderio possa avverarsi....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Violento sisma devasta il Centro Italia: decine di morti, interi paesi distrutti

  • Video

    Amatrice non esiste più, il video shock con il drone: scenario apocalittico

  • Citta

    Terremoto ad Amatrice, crolla l'ospedale: malati e barelle in strada

  • Citta

    Lasciò L'Aquila dopo il terremoto: perde la figlia piccola ad Arquata

I più letti della settimana

  • Sisma nel Centro Italia: "Crolli nella parete est del Gran Sasso"

  • Sesso in strada a Padova: beccati dalla telecamera della caserma

  • Rimini, litiga con un animatore: turista gli stacca a morsi un orecchio

  • Palinuro, dramma durante un'immersione: morti tre sub

  • "Sei in punizione", e chiude in macchina la figlia di 6 anni: denunciato

  • Dramma a Carpi: anziano uccide la moglie malata, poi chiama la figlia e confessa tutto

Torna su
Today è in caricamento