Fanno i complimenti alla figlia: lui stende a pugni uno sconosciuto, poi spara in strada

Arrestato un 40enne ad Arezzo. Si scagliò contro automobilista scambiandolo per straniero che a suo dire avrebbe molestato la figlia

Lite e colpi di arma da fuoco dopo un complimento alla figlia minorenne. È successo in Valdarno dove un uomo è stato arrestato al termine delle indagini portate avanti dai Carabinieri. Tutto sarebbe nato da un equivoco.

L'episodio risale ad un sabato di inizio settembre quando al 112 arrivarono allarmate richieste di aiuto per un uomo armato di pistola nel parcheggio esterno di un noto locale di Terranuova Bracciolini. La pattuglia di Carabinieri constatò la presenza di diversi bossoli calibro 9 x 21 sulla strada.

Le indagini hanno accertato che la lite era scoppiata tra una famiglia di origine campana, che si trovava all'interno del locale per trascorrere la serata, ed un giovane straniero: un diverbio nato probabilmente da un complimento frainteso ad una ragazza.

Uscito dal locale alla ricerca della persona che poteva aver dato fastidio alla minorenne, il padre colpì con un pugno una persona ignara, tranquillamente seduta nella sua auto, cagionandogli una ferita che richiese l'intervento dei sanitari del 118. Il padre, sempre armato di pistola, continuò a litigare con il personale di vigilanza al locale, per poi allontanarsi con la famiglia.

La pistola - alla fine - non è stata rinvenuta, ma per l’uomo campano sono scattate le manette, a seguito di una ordinanza di custodia cautelare firmata dal Gip del Tribunale di Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Il marito di Mara Venier dopo le accuse: "Il successo dà fastidio, prenderemo decisioni"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 25 febbraio 2020

  • Patrizia Mirigliani: "Ho denunciato mio figlio, non avevo scelta"

Torna su
Today è in caricamento