Catturato in Marocco Raffaele Vallefuoco: era nella lista dei cento ricercati più pericolosi

Ritenuto elemento di spicco del clan camorristico dei Polverino, Vallefuoco era ricercato dal 2014

Raffaele Vallefuoco, quando fu arrestato in Spagna nel 2012 (foto Ansa)

È stato catturato il latitante Raffaele Vallefuoco, ritenuto uomo di spicco del clan camorristico dei Polverino, presente nell’area nord della provincia napoletana: rientrava nell'elenco dei cento ricercati più pericolosi.

Vallefuoco, 55enne nativo di Marano, si nascondeva vicino Tangeri, in Marocco. A localizzarlo nella città i carabinieri della sezione “catturandi” del reparto operativo di Napoli, coordinati nelle indagini dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea. Il latitante è stato catturato dalla polizia marocchina con il supporto del servizio di cooperazione internazionale.

Arrestato in Marocco il latitante Vallefuoco, ricercato dal 2014

Vallefuoco era ricercato dal 2014, dopo una condanna a 29 anni di reclusione per i reati di associazione di tipo mafioso e associazione finalizzata al traffico di stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Terminate le formalità, è stato portato in carcere in attesa dell’estradizione. Vallefuoco era già stato arrestato in Spagna nel 2012. Rimesso in libertà per un vizio di forma, aveva fatto perdere nuovamente le sue tracce, fino all’arresto in Marocco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

  • Coronavirus, lo stop dei benzinai: "Chiudiamo gli impianti: prima sulle autostrade, poi gli altri"

  • Fabio Cannavaro dalla Cina: "Oggi è finita la quarantena, ecco la mia testimonianza"

Torna su
Today è in caricamento