Quando una semplice avance può aprirti le porte del carcere

E' finito in carcere per avere provato a baciare una collega: un errore giudiziario costato a Valerio, pizzaiolo romano, notti in carcere. Tutto era iniziato da queste immagini catturate dalle videocamere

Valerio ha 23 anni: è un pizzaiolo romano incensurato, e dallo scorso ottobre per lui è iniziato un vero e proprio incubo che lo ha visto finire dietro le sbarre.

Come ricostruisce Roma Today durante il turno di lavoro ha visto entrare le forze dell'ordine che lo hanno tratto in arresto. Il motivo? Una sua collega lo aveva denunciato per violenza sessuale. Poco prima Valerio aveva provato a baciarla. Un'avance in piena regola, filmato dalle telecamere interne.

E' stato proprio questo video a salvare il 23enne, prima scarcerato e poi assolto grazie alle immagini. Ora il giovane, insieme al suo avvocato, chiede giustizia ed anche per questo è stato ospite di Matrix, trasmissione condotta da Nicola Porro.

Ecco il racconto della vicenda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Coronavirus, perché i contagi restano stabili: "Il paradosso del plateau"

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Coronavirus, medico muore a 61 anni. L'ultimo post su fb: "Non uscite, è l'unica arma che avete"

Torna su
Today è in caricamento