"Benzina gratis per tutti", scatta l'assalto: decine di persone ora sono nei guai

Il titolare del distributore "Eni" di viale Jonio a Giarre (Catania) aveva scordato di stoppare l'erogazione automatica del carburante: 40 denunciati

Pensavano di averla fatta franca, e di aver fatto il pieno gratis: invece sono nei guai. Per 40 persone è scattata la denuncia. I fatti: il titolare del distributore "Eni" di viale Jonio a Giarre (Catania) aveva interrotto le ferie per fare un favore a un cliente abituale che, intorno a Ferragosto di quest'anno, doveva rifornire urgentemente il proprio mezzo pesante. Il gesto di cuore gli si è ritorto contro. Ha attivato l’impianto, ha fatto il pieno all’amico ed al momento di richiuderlo ha dimenticato di stoppare l'erogazione automatica del carburante, lasciando di fatto le colonnine accessibili a tutti. 

Voilà, il pieno gratis è servito. È bastato che i primi clienti si accorgessero che le colonnine erogavano carburante “gratis” ed ecco partire il tamtam telefonico e social per chiamare a raccolta amici e parenti che, nel giro di poche ore, hanno fatto il pieno alle loro auto e ai numerosi bidoni di cui ognuno di loro si era dotato.

Le indagini

Qualche cliente meno disonesto degli altri ha però avvertito il benzinaio di quanto stesse accadendo, consentendogli quantomeno di contenere i danni, calcolati in 10.000 euro. La denuncia presentata ai carabinieri di Macchia di Giarre e le conseguenti indagini dei militari i quali, grazie alle immagini registrate dalle telecamere attive all’interno dell’area di rifornimento, hanno potuto annotare le targhe delle auto e fissare i volti di donne e uomini, tra cui anche molti pregiudicati, ai quali, mediante la conoscenza del territorio e i dovuti riscontri investigativi, è stata data una identità:  denunciati.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Fin quando resterà anche uno solo di noi che continuerà a ritenere che in casi come questi la benzina non piove dal cielo, ma c'è un altro lavoratore che ci sta rimettendo di tasca sua, non potremo mai divenire un Paese civile.

  • che vergogna...sono solo dei ladri..bisognava chiamare i carabinieri...rubare a chi lavora per dare un servizio,fa schifo..

Notizie di oggi

  • Mondo

    Strasburgo, l'Europa colpita al cuore: morti e feriti, è caccia all'uomo

  • Mondo

    Chi è Cherif, il presunto killer di Strasburgo

  • Mondo

    Attentato a Strasburgo: l'italiano ferito è Antonio Megalizzi

  • Mondo

    Strasburgo, il mercatino di Natale era nel mirino dei terroristi dal 2000

I più letti della settimana

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 6 dicembre

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di lunedì 10 dicembre

  • Nuova tassa per le auto inquinanti: per una Panda si pagherà più che per una Bmw da 50mila euro

  • Tassa sulle auto, beffa in arrivo: il paradosso della nuova legge

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 11 dicembre 2018

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto posticipate

Torna su
Today è in caricamento