Sparò e uccise un ladro: assolto

Svegliato dai rumori, un commerciante esplose alcuni colpi di revolver dalla finestra. "Non ci sono prove di colpevolezza"

Assolto dall'accusa di eccesso colposo di legittima difesa. Questa la decisione dei giudici per il commerciante Angelo Cerioli che, il 25 novembre scorso, sparò con un revolver Taurus calibro 38 e uccise un ladro sorpreso a infrangere una vetrina del suo negozio di giardinaggio a Caravaggio, in provincia di Bergamo.

Secondo i giudici, "non ci sono le prove della colpa": l'imputato ha sempre dichiarato di aver sparato dei colpi volanti per spaventare, ma Dumitru Baciu, di nazionalità rumena, morì sul colpo.

Inizialmente Cerioli venne accusato di omicidio volontario. Il pm poi derubricò il reato a eccesso colposo di legittima difesa. Ma non sono stati  trovati riscontri riguardo la colpa dell'uomo e i giudici lo hanno assolto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di cittadinanza? No, grazie. La geniale trovata di Carlo per non lavorare

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • SuperEnalotto, estratto un 5+1 da mezzo milione di euro. I numeri vincenti di Lotto e 10eLotto

  • SuperEnalotto, estratto il 6 da 66 milioni di euro. I numeri vincenti e le combinazioni di Lotto e 10eLotto

  • Reddito di cittadinanza, sospensione temporanea: chi riguarda e come funziona

  • Eleonora Daniele, nozze con emozionante “intoppo”: la sorpresa del marito (con la complicità di Al Bano)

Torna su
Today è in caricamento