Ordina l'acqua al bar ma nel bicchiere c'è il detersivo: 28enne in gravi condizioni

Un uomo è ricoverato in prognosi riservata dopo aver ingerito il brillantante per la lavastoviglie in un bar di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce

Foto di repertorio

Dopo aver bevuto del brillantante un ragazzo di 28 anni è stato ricoverato in prognosi nel reparto di rianimazione dell'ospedale 'Panico' di Tricase. Il giovane aveva chiesto un bicchiere d'acqua in un bar di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce, ma invece ha bevuto il liquido per la lavastoviglie. Le sue condizioni sono molto gravi. I sanitari hanno dovuto asportargli parte dello stomaco a causa dell'acido ingerito.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Tricase che hanno avviato le attività di polizia giudiziaria ascoltando le persone presenti, due baristi e il titolare, e visionando le immagini registrate dall'impianto di videosorveglianza. In questo modo hanno potuto ricostruire l'accaduto. Poco prima del tragico incidente erano in corso operazioni di ricarica e di manutenzione della lavastoviglie e uno dei baristi ha svuotato una bottiglia di acqua e l'ha riempita di brillantante utilizzato per l'elettrodomestico appoggiandola sul bancone.

A un certo punto nel bar è entrato il cliente che ha chiesto un bicchiere d'acqua che peraltro gli serviva per prendere una compressa di un medicinale. Il secondo barista, in maniera del tutto accidentale, gli ha servito in un bicchiere il liquido che il cliente e ha ingerito. Nonostante la quantità non eccessiva, l'acido ha determinato subito un effetto devastante. 

Sul posto oggi sono intervenuti oggi i carabinieri del Nucleo Antisofistazioni sanitarie il personale del Dipartimento di Prevenzione Sanitaria alimentare della Asl di Maglie. Presto potrebbe essere emesso un provvedimento amministrativo anche molto pesante nei confronti dell'esercizio commerciale. I carabinieri indagano con l'ipotesi di reato di lesioni personali colpose gravissime che è perseguibile di ufficio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • In tutti i bar ogni tanto di sente questa storia. È successo varie volte anche a Palermo. L'unico a pagare sarà il titolare.

    • Il titolare giustamente è responsabile. Si chiama HACCP se i suoi dipendenti non sono stati formati e istruiti sulle modalità corrette di pulizia e manutenzione delle attrezzature è solo colpa del titolare che ne paga le conseguenze. Ora a livello di risarcimento ne risponderà l’assicurazione (che purtroppo in Italia non è ancora obbligatoria) ma a livello giudiziario e penale ne risponderà giustamente in prima persona

  • che gente incapace!

Notizie di oggi

  • Politica

    Perché la richiesta di autonomia delle Regioni può mettere in crisi il governo

  • Politica

    Diciotti, conto alla rovescia per il processo a Salvini: decide la Rete

  • Attualità

    Pedofilia, verso il vertice di Papa Francesco: "Così la Chiesa deve combattere gli orchi"

  • Cronaca

    Rogo nella tendopoli dei braccianti, Salvini: "Sgombereremo le baracche"

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dall'11 al 17 febbraio 2019

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi giovedì 14 febbraio 2019

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi martedì 12 febbraio 2019

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 9 febbraio 2019

  • Sanremo 2019, la Rai rischia una multa da 5 milioni di euro: “Voto del pubblico ribaltato”

Torna su
Today è in caricamento