Non viene assunto, brucia i cassonetti per ripicca

I fatti a Salandra, in provincia di Matera. Condannato un uomo di 55 anni

Foto di archivio Ansa

Appiccò il fuoco a diversi cassonetti per la raccolta dei rifiuti a Salandra, cittadina in provincia di Matera, perché - secondo l'accusa - non era stato assunto dalla società che gestiva il servizio. Fatti avvenuti nel 2013 che hanno portato ad una sentenza di condanna per un uomo di 55 anni, ritenuto responsabile di tali danneggiamenti e quindi finito agli arresti domiciliari.

I militari hanno eseguito un ordine per la detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Matera, poiché l'uomo è ritenuto colpevole dei reati di danneggiamento e tentata violenza privata.

La sentenza è diventata irrevocabile, quindi l'uomo dovrà espiare la pena residua di due anni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere per il bonus "pieno" di 100 euro

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Roberta Girotto, mamma scomparsa: ritrovato il suo corpo nel fiume

Torna su
Today è in caricamento