Non viene assunto, brucia i cassonetti per ripicca

I fatti a Salandra, in provincia di Matera. Condannato un uomo di 55 anni

Foto di archivio Ansa

Appiccò il fuoco a diversi cassonetti per la raccolta dei rifiuti a Salandra, cittadina in provincia di Matera, perché - secondo l'accusa - non era stato assunto dalla società che gestiva il servizio. Fatti avvenuti nel 2013 che hanno portato ad una sentenza di condanna per un uomo di 55 anni, ritenuto responsabile di tali danneggiamenti e quindi finito agli arresti domiciliari.

I militari hanno eseguito un ordine per la detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Matera, poiché l'uomo è ritenuto colpevole dei reati di danneggiamento e tentata violenza privata.

La sentenza è diventata irrevocabile, quindi l'uomo dovrà espiare la pena residua di due anni di reclusione.

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Come fare la valigia perfetta

  • Arredamento anni ottanta: suggerimenti e consigli

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, estratto il "6" da 209 milioni di euro: i numeri vincenti di oggi 13 agosto 2019

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci, incanta i paparazzi in Grecia (FOTO)

  • Addio Nadia Toffa, in centinaia alla camera ardente

  • Virginia, figlia di Paola Ferrari, è tale e quale a mamma: la prima foto su Instagram

  • Laura Chiatti 'presenta' il figlio su Instagram: "La somiglianza è impressionante" (FOTO)

Torna su
Today è in caricamento