Cannabis light, s'incatena davanti al negozio chiuso: "Non mi sento più italiano"

La protesta di Virgilio Gesmundo, gestore da quattro anni di un negozio di cannabis light a Caserta, chiuso venerdì sera con un decreto di sequestro d'urgenza

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Incatenato davanti al suo negozio, con l'obiettivo di attirare l'attenzione delle istituzioni. E' la protesta di Virgilio Gesmundo, gestore da quattro anni di un negozio di cannabis light a Caserta, chiuso venerdì sera con un decreto di sequestro d'urgenza disposto dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e notificato dai carabinieri di Caserta poche ore dopo la sentenza di Cassazione che ha posto dubbi sulla legittimità della vendita di foglie, inflorescenze, olio e resina ottenuti dalla varietà di canapa sativa light.

Il ragazzo indossa un gilet giallo "perché non mi sento più italiano ma francese". E spiega la rabbia e la delusione di chi ha investito i suoi risparmi "in un'attività che doveva servire per contrastare le piazze di spaccio, dove invece oggi si festeggia per questi provvedimenti". A Caserta, scrive il collega Giuseppe Perrotta, questi provvedimenti hanno colpito quattro negozi.

"Tutte persone che pagavano le tasse e che producevano in Italia, contribuendo al Pil del nostro Stato e che invece oggi si ritrovano in mezzo ad una strada con una denuncia addosso".

E c'è anche chi su questi negozi ha costruito famiglie. "Qui si rischia tanto" afferma, in attesa che qualcuno si prodighi per affrontare questa delicata vicenda. "Anche perché mi devono spiegare perché non ho la possibilità di vendere altri prodotti che con la cannabis light non hanno nulla a che vedere". E sottolinea come "questi provvedimenti hanno una chiara natura politica", facendo riferimento alle dichiarazioni rilasciate in tempi non sospetti dal ministro dell'Interno Matteo Salvini da sempre contrario alla presenza di questi negozi.
 

Potrebbe Interessarti

  • Concorso navigator, "domande spiazzanti e assurde" al test: le interviste ai candidati

  • Col tonno (intero) in ascensore: poi scattano i controlli del servizio igiene

  • Terremoto vicino Roma: la scossa ripresa in diretta dalle telecamere dell'A24

  • Tifoso legge l'inno della Roma durante il matrimonio. E il parroco lo riprende

Torna su
Today è in caricamento