Si rompono le acque, partorisce in taxi grazie ad una vigilessa: "Emozione indimenticabile"

La donna ha dato alla luce un bambino all'interno di un taxi a piazzale Roma, a Venezia. Il racconto della vigilessa Simona Boscolo

Foto repertorio Ansa

Le si sono rotte le acque mentre attraversava piazzale Roma, a Venezia. Erano le 20 di lunedì quando una donna incinta si è trovata in difficoltà ed è stato grazie alla prontezza di un'agente della polizia municipale che tutto si è concluso per il meglio. La vigilessa, Simona Boscolo, si è precipitata in soccorso della neo mamma e, seguendo le indicazioni che le dava al telefono l'operatore del 118, l'ha aiutata a partorire un bellissimo bambino.

Donna partorisce in taxi a Venezia

La donna, di origini straniere, è stata fatta accomodare all'interno di un taxi. Nel frattempo, è stato attivato il 118 ma non c'era più tempo. Era necessario intervenire subito e l'agente non ci ha pensato due volte, improvvisandosi levatrice. Grazie al suo aiuto, la mamma ha partorito il piccolo distesa sul sedile del taxi e la vigilessa si è presa cura del neonato in attesa dell'arrivo dell'ambulanza. Quando i soccorritori sono giunti a piazzale Roma, la neo mamma è stata accompagnata all'ospedale.

Donna partorisce in strada: "Non aveva i soldi per l'assistenza sanitaria" 

La vigilessa Simona Boscolo ha raccontato questa "esperienza indimenticabile", ricordando il momento in cui ha capito che spettava a lei far nascere il bimbo: "Quando è successo mi trovavo qui per pura fatalità. Non c'era altra scelta: l'operatrice al telefono ha detto che dovevo assolutamente far partorire la donna. Ero pietrificata ma ho agito con freddezza e concentrazione, seguendo alla lettera le indicazioni. La signora era stesa sul sedile posteriore, ho controllato e la testa del bambino era già fuoriuscita. A quel punto ho allargato leggermente le cosce ed è uscito anche il corpo, così mi sono ritrovata con il pargoletto tra le mani".

Parla la vigilessa Simona Boscolo | Video VeneziaToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"E'un'esperienza che mi resterà per sempre - dice -. Soprattutto l'emozione del momento in cui ho avuto il bimbo in mano. La ragazza non parlava italiano ma è stata brava, ha gestito bene la situazione e io mi sono sentita molto vicina a lei". Non solo vigilessa, quindi, ma anche ostetrica "e tanto altro ancora, quando si è della polizia - spiega ridendo - ogni occasione, ogni situazione è diversa. E' il nostro lavoro, dobbiamo essere pronti a tutto. Andremo a trovare il bambino, la mamma e il papà - conclude - adesso si trovano in ospedale per gli accertamenti".

Nella foto qui sotto, piazzale Roma a Venezia

piazzale roma maltempo-3-2

Potrebbe interessarti

  • Uova, quante possiamo mangiarne (e occhio a come le cucinate)

  • Bere acqua e limone al mattino appena svegli fa bene?

  • Come scegliere salumi e affettati senza correre rischi per la salute

  • Via alla svendita anti-deficit: lo Stato mette in vendita i suoi tesori

I più letti della settimana

  • Tour de France 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di martedì 16 luglio 2019

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Fine delle speranze: trovato morto Stefano Marinoni, il ragazzo scomparso dal 4 luglio

  • Caterina Balivo felice al battesimo di Cora: grande l’intesa con la figlia del marito

  • Esce a nuotare nel lago e scompare, dopo più di due giorni ricompare sano e salvo: dov'era stato

Torna su
Today è in caricamento