Maxi furto da 170mila euro nella farmacia dove lavora: arrestata una 48enne

Approfittando del suo ruolo di addetta alla cassa la donna avrebbe portato via soldi e prodotti per cinque mesi

Immagine d'archivio

Soldi e prodotti per un valore di 170mila euro portati via in appena cinque mesi approfittando del suo ruolo di addetta alla cassa del reparto cosmetici di una farmacia di Casapulla, in provincia di Caserta.

Questa l'ipotesi accusatoria nei confronti di una 48enne finita agli arresti domiciliari su mandato del gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che le ha contestato il reato di furto aggravato. Le indagini dei carabinieri della compagnia di Caserta sono state avviate nel settembre scorso quando la titolare del negozio si era accorta di una serie di ammanchi e irregolarità.

Grazie anche ad alcune immagini registrate dalle telecamere, è stato possibile ipotizzare che la donna ha venduto prodotti senza rilasciare scontrini fiscali, appropriandosi dei contanti ricevuti dai clienti e fatturato per importi inferiori rispetto al prezzo dei prodotti venduti, praticando sconti fino al 99%. In altre occasioni avrebbe effettuato modifiche telematiche della giacenza del magazzino mediante la procedura denominata "scarico manuale".

La donna è stata anche vista mentre prelevava i prodotti dagli scaffali e portarli all'interno della propria auto, eludendo le telecamere del sistema di videosorveglianza della farmacia. Un sistema fraudolento attuato, secondo quanto ipotizzato dalla procura sammaritana, "con cadenza quotidiana attraverso il ricorso a raffinate procedure telematiche".

Potrebbe interessarti