Lite in strada per una precedenza: ucciso a 28 anni davanti a moglie e figlio

Dramma ad Andria. Giovanni Di Vito è stato colpito da un fendente al petto che non gli ha lasciato scampo. Il presunto omicida, 50 anni, fermato poche ore più tardi

Foto: repertorio

Un giovane di 28 anni è stato ucciso a coltellate ad Andria dopo una lite per motivi di viabilità. Il dramma giovedì sera intorno alle 19. Giovanni Di Vito, di Trani, era alla guida della sua auto, con moglie e figlio piccolo vicino alla rotatoria tra via Puccini e via Corato.

Omicidio Andria: Giovanni Di Vito ucciso davanti a moglie e figlio

Per quella che i giornali locali definiscono una mancata precedenza (ma non ci sono certezze al momento su che cosa abbia fatto precipitare la situazione) ne è nato un diverbio con un altro automobilista. Giovanni Di Vito è stato colpito al petto da una coltellata che non gli ha lasciato scampo. Di Vito è stato trasportato d'urgenza in ospedale, al pronto soccorso del "Lorenzo Bonomo", ma non c'è stato nulla da fare: è morto.

Fermato il presunto omicida

L'omicida si è dato alla fuga in auto. Le indagini sono state rapide, gli agenti hanno visionato le immagini di una telecamera di videosorveglianza della zona e ascoltato la moglie della vittima, ancora sotto shock. L'uomo che ha ucciso Giovanni Di Vito è stato fermato dalle forze dell'ordine qualche ora più tardi, alle 23 circa. E' un 50enne di Andria, con alcuni precedenti penali. L'uomo è stato bloccato dalla polizia mentre era ancora a bordo della sua Mercedes.

Giulianova, lite nel traffico per una mancata precedenza: ucciso a coltellate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • La moglie di Piero Pelù rivela: "Mi ha sposata perché aveva strizza"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 11 febbraio 2020

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

Torna su
Today è in caricamento