Tragico schianto in autostrada: morto a 25 anni l'arbitro Loris Azzaro

Incidente stradale lungo l'autostrada A5, la Torino-Aosta, a Volpiano. Loris Azzaro, figlio del comandante della stazione carabinieri di Aosta, frequentava la scuola per agenti di polizia ad Alessandria ed era un giovane arbitro di talento

Tragico incidente stradale sabato in autostrada alle porte di Torino. L'esatta dinamica dello schianto è ancora al vaglio. Per cause in fase di accertamento da parte della polizia stradale di Torino, un 26enne, Loris Azzaro, di Aosta, è morto a seguito di un devastante incidente stradale avvenuto lungo l'autostrada A5, la Torino-Aosta, in prossimità del km 11, in direzione di Torino, nel territorio di Volpiano.

Volpiano incidente mortale A5 Jeep Alfa Bmw 15 2 20 4-2

Incidente stradale oggi A5 Volpiano: morto Loris Azzaro

La vittima frequentava la scuola per agenti di polizia ad Alessandria. Sarebbero tre le auto rimaste coinvolte nel sinistro mortale: una Bmw, un'Alfa Romeo Mito, una Jeep Renegade.  Lo schianto è avvenuto in prossimità dello svincolo per Volpiano. La Jeep ha urtato contro le protezioni della carreggiata. Nella carambola coinvolte anche altre due vetture che stavano procedendo nella stessa direzione. Per il 26enne non c'è stato niente da fare. Feriti ma non in modo grave i conducenti delle altre due vetture. Sul posto anche i vigili del fuoco di Volpiano e Torino Stura, traffico a lungo in tilt.

Chi era Loris Azzaro

Loris Azzaro, figlio del comandante della stazione carabinieri di Aosta, frequentava la scuola per agenti di polizia ad Alessandria. Era anche un arbitro di talento. Il giovane fischietto della sezione di Aosta, secondo quanto reso noto dall'Aia "stava raggiungendo, in macchina, l'aeroporto. Da lì sarebbe partito per la sede della gara. Come migliaia di arbitri fanno ogni settimana. Un tragico incidente, alle sei del mattino, lo ha portato via ai suoi cari e a tutti noi. Non c'è altro da aggiungere, se non l'amarezza e il dolore di una giovane vita spezzata, mentre inseguiva un sogno".

Su disposizione del Presidente dell’AIA, in accordo con il Presidente della FIGC, tutti gli arbitri di tutte le categorie, impiegati nel fine settimana, scenderanno in campo indossando il lutto al braccio, come segno di commosso cordoglio e fratellanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

azzaro-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Fabio Cannavaro dalla Cina: "Oggi è finita la quarantena, ecco la mia testimonianza"

  • Coronavirus, anziani restano senza acqua: la figlia chiama il 112 dalla Germania

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

Torna su
Today è in caricamento