Spacca i finestrini delle auto di pazienti, infermieri e medici per rubare

Ladro preso a Milano. Aveva forzato le auto all'esterno del pronto soccorso dell'ospedale Niguarda

Foto di repertorio Ansa

Aveva già forzato nove auto, rubando quanto riusciva a racimolare dentro. Tutte vetture di pazienti, medici, infermieri e personale dipendente dell'ospedale Niguarda a Milano, in questi giorni più che mai oberato di lavoro per l'emergenza coronavirus. Fino a quando non è stato arrestato dalla polizia.

Martedì sera, in via Ettore Majorana, all'esterno del pronto soccorso, i poliziotti hanno arrestato per tentato furto aggravato un cittadino marocchino di 25 anni. L'episodio, simbolo di un degrado persistente, è avvenuto verso le 22:50. Dalla centrale operativa della Questura, dopo aver ricevuto la segnalazione di un passante che riferiva di un uomo intento a danneggiare alcune automobili parcheggiate, hanno inviato immediatamente una volante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti, appena arrivati nella via, hanno sorpreso l'uomo mentre infrangeva con un oggetto metallico il cristallo della portiera di una auto Mercedes CLA. I poliziotti lo hanno subito bloccato. Addosso aveva un navigatore satellitare e diversi telecomandi per cancelli automatici. I poliziotti hanno poi accertato che il 25enne aveva già 'spaccato' otto auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Amedeo Minghi ricoverato: "Avervi accanto è importante" (VIDEO)

  • Coronavirus, anziani restano senza acqua: la figlia chiama il 112 dalla Germania

  • Coronavirus, Renga: "Nella mia Brescia una tragedia, i nonni non ci sono più"

Torna su
Today è in caricamento