Al bar in orario di lavoro: arrestato dipendente comunale

I carabinieri della Stazione di Latiano (Brindisi) hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 40enne, impiegato presso il locale Comune, per il reato di truffa aggravata continuata ai danni dell'Ente pubblico

Andava al bar o con gli amici durante l'orario di lavoro: arrestato dipendente comunale. I carabinieri della Stazione di Latiano (Brindisi) hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 40enne, impiegato presso il locale Comune, per il reato di truffa aggravata continuata ai danni dell'Ente pubblico presso il quale è alle dipendenze.

Dalle verifiche, spiegano i militari dell'Arma, sono emerse "le assenze continue dal luogo di lavoro nell'arco della giornata lavorativa in piena autonomia senza nessuna autorizzazione rilasciata dal responsabile di settore. Solitamente dopo aver inserito il badge per segnalare l'entrata e l'avvio nelle attività lavorative, dopo qualche minuto l'arrestato riusciva senza segnalarlo quindi non indicando il motivo dell'assenza, faceva eccezione a questo meccanismo il venerdì giorno in cui era incaricato della riscossione dei tributi per l'occupazione del suolo pubblico nell'area mercatale, in questo caso provvedeva dopo aver inserito il badge a digitare lo specifico codice di "uscita per servizio". L'uomo si trova ora ai domiciliari.

Latiano, al bar o con gli amici in orario di lavoro

L'indagato non rispettava secondo le accuse gli orari di lavoro stabiliti da una delibera di giunta che prevede che il dipendente deve effettuare 36 ore settimanali di lavoro, stabilite su 5 giorni lavorativi con orari che si articolano dalle 07.30 alle 14 con un rientro pomeridiano dalle 15.30 alle 19, e una fascia di flessibilità di 30 minuti sia in entrata che in uscita.

Dalle indagini dei carabinieri è emerso che nei periodi di assenza dal lavoro "lo si incontrava al solito bar, o ad espletare commissioni di natura personale, o a chiacchierare con gli amici. Nelle giornate oggetto di monitoraggio non risulta che all’impiegato sia stato accordato alcun permesso particolare tra quelli previsti per assentarsi. Risulta anzi riguardo allo scorso mese di settembre che per due giorni consecutivi non si sia addirittura presentato sul posto di lavoro senza fornire giustificazione alcuna".

Lotta ai furbetti del cartellino: "Impronte digitali negli uffici pubblici"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • buono, bene l'arresto, speriamo nella galera ma soprattutto licenziato!!!

Notizie di oggi

  • Elezioni europee 2019

    Una settimana al voto: cosa succede nell'Europarlamento in caso di Brexit

  • Politica

    Decreto sicurezza bis e diritti umani, Salvini all'Onu: "Fa ridere, è da scherzi a parte"

  • Economia

    Reddito di cittadinanza, cambia (quasi) tutto: cosa si potrà acquistare

  • Attualità

    Meloni contro Saviano: "Ha sputtanato la città di Napoli e se ne è andato"

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Meteo, ecco il caldo (e sarà rovente): c'è la data

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 18 maggio 2019

Torna su
Today è in caricamento