Bimbo sbranato dai cani a Mascalucia, la madre patteggia una pena di 18 mesi

La donna non andrà in carcere. "Non si ritiene colpevole, ma ha voluto chiudere il procedimento perché non vuole rivivere quella drammatica giornata", dice l'avvocato

La mamma del piccolo di un anno e mezzo sbranato dai suoi stessi cani a Mascalucia, nel catanese, ha accettato il patteggiamento per la condannata a 18 mesi per omicidio colposo, con pena sospesa e non menzione. La tragedia avvenne il 16 agosto 2016, nella villa dei genitori della donna, Maria Crisafulli.. E stato disposto anche il "non abbattimento" dei due cani. 

"Non si ritiene colpevole, ma ha voluto chiudere il procedimento perché non vuole rivivere quella drammatica giornata: non avrebbe retto psicologicamente al processo", ha commentato l'avvocato Fabio Cantarella, spiegando il motivo del ricorso al patteggiamento.

"Le indagini - ha osservato il legale - hanno fatto chiarezza sulla dinamica dell'accaduto. La signora era vicino al figlio, e non l'aveva in braccio, quando il dogo più grande, una femmina di 8 anni, era in casa, mentre quello più piccolo, di tre anni in giardino. E' stato quest'ultimo, all'improvviso, senza motivo apparente, che ha assalito il piccolo". La donna avrebbe cercato di fermare il cane. "La madre, una veterinaria, sa per esperienza che non bisogna 'tirare', perché un molosso ha una presa "tranciante". Quindi ha cercato più volte, gli fargli spalancare le fauci. Lo ha fatto per almeno cinque volte, e il cane, che ha morso anche lei, a braccia e polpacci, alla fine ha ceduto. Ma per il piccolo era troppo tardi".

Il procuratore Carmelo Zuccaro e il sostituto Fabrizio Aliotta, accogliendo la richiesta dell'avvocato Cantarella, hanno fatto cadere il reato più grave di abbandono di minorenni che le era stato contestato in un primo momento. Il Gup ha disposto che i cani non fossero abbattuti dopo che una perizia ha accertato che sono recuperabili, e li ha affidati a un'associazione animalista che dovrà occuparsi della loro rieducazione.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • I cani di grossa taglia vanno educati con l'aiuto di un professionista specie se a casa vi sono bambini piccoli, i maltesini ed i barboncini o piccoli meticci non si sono mai mangiati nessuno, sono affettuosi, ti fanno compagnia, sono graditi in tutti gli alberghi perchè non fanno paura a nessuno e danno l'allarme tenuti dentro casa al caldo, se qualche male intenzionato vollesse entrare di notte.

  • chi cagione del suo male pianga se stesso

  • ma quale rieducazione? vanno abbattuti. un animale che assaggia sangue umano sarà sempre pericoloso per l'uomo. sono ANIMALI non essseri unami!! povero piccolo

    • li avrei abbattuti all'istante altroché rieducazione

Notizie di oggi

  • Economia

    È l'Italia dei suicidi per crisi: "Imprenditori i più colpiti, si ammazzano per la vergogna"

  • Cronaca

    Bracciante morta di fatica nei campi: in carcere gli sfruttatori di Paola

  • Politica

    Pd, Orlando ed Emiliano sfideranno Renzi: "La politica non è prepotenza"

  • Politica

    "I profughi non sono clandestini": condannata la Lega Nord per discriminazione

I più letti della settimana

  • Incidente a Vallelunga, muore il pilota di motociclismo Stefano Togni

  • Evasione dal carcere di Firenze: è caccia ai tre detenuti

  • Commando assalta portavalori sulla Salerno-Avellino: terrore in autostrada

  • Incidente sull'A8, furgone si ribalta e travolge un'auto: un morto e due feriti gravi

  • Sigilli al calzificio cinese, dopo 12 ore i titolari lo riaprono

  • Brindisi, ragazzo violentato in stazione: arrestati due uomini

Torna su
Today è in caricamento